Seleziona una pagina

L’incontro del comunismo riformatore e della Chiesa Cattolica con i diritti umani (1975-1991)

L’incontro del comunismo riformatore e della Chiesa Cattolica con i diritti umani (1975-1991)
TITOLO DEL PROGETTO L’incontro del comunismo riformatore e della Chiesa Cattolica con i diritti umani (1975-1991)
ENTI COINVOLTI Roma Tor Vergata e Roma Tre
ENTE FINANZIATORE O BANDO DI RIFERIMENTO MIUR su bando PRIN
DURATA 5 febbraio 2017 – 5 febbraio 2020
RESPONSABILE SCIENTIFICO TOR VERGATA Silvio Pons (Storia contemporanea)
PARTECIPANTI Lucia Ceci, Gianluca Fiocco, Alessandro Santagata (Storia contemporanea)
SITO WEB http://www.det.uniroma2.it/
BREVE DESCRIZIONE Il progetto mira ad analizzare le risposte del mondo comunista e della Chiesa cattolica dinanzi al tema dei diritti umani nel periodo compreso tra il trattato di Helsinki del 1975 e il crollo dell’Unione Sovietica nel 1991. Esso intende fornire un contributo di ricerca all’interesse storiografico che si è ampiamente sviluppato in anni recenti sui diritti umani, mettendo a fuoco la loro influenza sul mondo comunista e sul mondo cattolico. In particolare, si intende affrontare il problema, ancora poco indagato, delle dinamiche relazionali e conflittuali che i comunisti riformatori e la Chiesa cattolica seguirono come conseguenza del loro incontro con i diritti umani. Sul piano metodologico, il progetto adotta una prospettiva transnazionale con l’intento di rinnovare e superare le ottiche storiografiche di impronta esclusivamente nazionale.
La principale ipotesi di lavoro del progetto è che i diritti umani non abbiano costituito soltanto un fattore “esterno” destinato a impattare sul mondo comunista e sul mondo cattolico, come spesso sono stati descritti, ma che siano anche penetrati “all’interno” dei due mondi e assunti soprattutto nel discorso dei comunisti riformatori e di settori della Chiesa cattolica, generando processi trasversali e contraddittori sul piano politico e culturale.
Competenze

Postato il

Febbraio 21, 2018