STORIA DELL'ARCHITETTURA LM 2016-2017 Bibliografia per l'esame

Tu sei qui

Bibliografia generali e istruzioni per l’esame
Antonio da Sangallo il Giovane: l’architettura sacra
A. Bruschi, voce Cordini Antonio, detto Antonio da Sangallo il Giovane in Dizionario Biografico degli Italiani, XXIX, Roma 1983, pp. 3-23.
C. L. Frommel, Raffael und Antonio da Sangallo der Jüngere, in Raffaello a Roma. Il convegno del 1983, a cura di C.L. Frommel, M. Winner, Roma 1986, pp. 261-303 ora Raffaello e Antonio da Sangallo il Giovane (1511-1520), in C.L. Frommel, Architettura alla corte papale nel Rinascimento, Milano 2003, pp. 257-315.
C. L. Frommel, Antonio da Sangallo the Younger and the Practice of Architecture in the Renaissance, in C. L. Frommel, N. Adams eds., The Architectural Drawings of Antonio da Sangallo the Younger and his Circle, 3 voll., II, Cambridge Mass./London 2000, pp. 1-21.
M. Tafuri, The Churches of Antonio da Sangallo the Younger, in C. L. Frommel, N. Adams eds., The Architectural Drawings of Antonio da Sangallo the Younger and his Circle, 3 voll., II, Cambridge Mass./London 2000, pp. 45-57.
Se necessario, per contestualizzare:
da Storia dell’architettura italiana. Il primo Cinquecento, a cura di A. Bruschi, Milano 2002, le pp. 9-207.
Oltre allo studio della bibliografia generale, ogni studente dovrà approfondire la storia e le caratteristiche architettoniche di un particolare progetto sangallesco concordato con la docente. Tale approfondimento, che verrà presentato in aula (in base ad un calendario in via di definizione) e consegnato in forma scritta entro fine corso, dovrà essere strutturato in modo tale da tener conto di:
-       cronologia (non solo quella assoluta, ma anche quella relativa, cioè: in che fase della produzione sangallesca il progetto è collocabile? è in continuità con i progetti precedenti e/o successivi e/o contemporanei o segna una discontinuità? perché?, ecc.)
-       committenza (un solo committente?, una famiglia?, una comunità religiosa? ecc. analisi della committenza)
-       funzione e contesto
-       forma (descrizione, messa in evidenza delle caratteristiche e particolarità del progetto/dei progetti, messa in evidenza dei verosimili modelli, eventuali confronti con opere di altri architetti contemporanei, valutazione dell’evoluzione del linguaggio architettonico così come testimoniato dai disegni e dalla loro realizzazione, ecc.)
-       stato attuale (realizzato o rimasto in forma di progetto? trasformazioni successive?, ecc.).