Archeologia tardoantica - 2018-2019 - Modulo A+B - Laurea triennale

Tu sei qui

Italiano
Prerequisiti: 

Per un adeguato itinerario didattico allo studente si richiede la conoscenza dei quadri storici entro i quali si inquadrano i fenomeni oggetto di analisi archeologica.

Obiettivi: 

I due Moduli dell’insegnamento mirano a fornire un quadro complessivo delle tematiche storico-archeologiche inerenti la tarda antichità (III-VII secolo), stabilendo i caratteri e inquadrando i problemi di periodizzazione, a coglierne i cambiamenti sostanziali rispetto all’età classica, ricercandone le cause profonde, e a individuarne le specificità nell’ambito degli assetti urbani, nei modelli abitativi e nell’architettura pubblica, nelle sepolture del potere.La presentazione di numerose e significative esemplificazioni entro i quadri interpretativi e storiografici generali e le visite dirette ai monumenti forniranno allo studente la conoscenza dei contenuti specifici, l’acquisizione delle procedure di analisi e lo sviluppo delle abilità interpretative e critiche in relazione ai complessi fenomeni dell’epoca della ‘transizione’ dalla antichità al medioevo, maturando, ad un tempo, l’individuazione dei corretti percorsi di costruzione logica dell’esposizione sulle tematiche e sui monumenti, in piena coerenza con gli obiettivi formativi del Corso di Studio erogante previsti dalla scheda SUA-CdS (quadri A.4.b.2, A.4.c).

Programma: 

MODULO A

Tematiche generali specifiche dell’archeologia tardoantica (1)

1. Introduzione. Problemi di definizione e di periodizzazione; un approccio alla tarda antichità attraverso le fonti letterarie. 2. Caratteri e linee evolutive dell’urbanesimo: città “capitali” e sedi imperiali; centri urbani a continuità di vita; città «effimere»; città di nuova fondazione. 3. L’edilizia residenziale: palatia, praetoria e domus. 4. Le sepolture del potere.

 

MODULO B

Tematiche generali specifiche dell’archeologia tardoantica (2)

1. Dinamiche di insediamento nel territorio rurale: agglomerati secondari e insediamento sparso; le ville. Il limes: i centri fortificati. 2. Caratteri della forma artistica. 3. Produzioni e commerci. 4.Produzioni di élite e codici di rango: argenterie e dittici.

 

 

Testi adottati: 

Testi per sostenere l'esame/ disponibili in fotocopie e in pdf a UNIVERSITALIA; in mancanza di un manuale di “Archeologia tardoantica”, il repertorio complessivo delle tematiche affrontate nel corso delle lezioni può essere composto con i seguenti studi:  MODULO A R. Bianchi Bandinelli, voce "Spätantike", in Enciclopedia dell’Arte Antica, Vol. VII, 1966, pp. 426-427; R. Bianchi Bandinelli, voce "Riegl, Alois", in Enciclopedia dell’Arte Antica, Vol. VI, 1965, pp. 683-686; B. Ward Perkins, La caduta di Roma e la fine della civiltà, Bari (Laterza) 2008, pp. 105-229. G.P. Brogiolo, Le origini della città medievale, Mantova (SAP società archeologica) 2011, pp. 9-76; Milano capitale dell’Impero (286-402). Catalogo della mostra, Milano (Silvana Editoriale) 1990, pp. 193-208; Storia di Roma III. L’età tardoantica, 2. I luoghi e le culture, Torino (Einaudi) 1993, pp. 41-51, 69-83, 93-174; Aurea Roma. Dalla città pagana alla città cristiana (a cura di S. Ensoli e E. La Rocca), Roma (L’Erma di Bretschneider) 2000, pp. 41-48, 52-54, 91-112, 116-167, F. Coarelli, L’edilizia pubblica a Roma in età tetrarchica, in, The Transformations of Urbs Roma in Late Antiquity (a cura di W.V. Harris), Portsmouth 1999, pp. 23-33, F. Guidobaldi, L'edilizia abitativa unifamiliare nella Roma Tardoantica, in Società Romana e Impero tardoantico, II, Roma: politica, economia, paesaggio urbano, Bari 1986, pp. 165-237, L. Spera, La cristianizzazione di Roma: forme e tempi, in Lezioni di archeologia cristiana, a cura di F. Bisconti, O. Brandt, Città del Vaticano 2014, pp. 210-220, G. Dagron, Costantinopoli. Nascita di una capitale, Torino 1991. I. Baldini Lippolis, L’architettura residenziale nelle città tardoantiche, Roma (Carocci) 2005, pp. 7-101. E. Jastrzebowska, "Proprietari" dei mausolei imperiali a Roma nel IV secolo, in Rendiconti della Pontificia Accademia Romana di Archeologia, 79 (2006-2007), pp. 35-55, M.J. Johnson, The Roman Imperial Mausoleum in Late Antiquity, Cambridge 2009. MODULO B G.P. Brogiolo, A. Chavarria Arnau, Aristocrazie e campagne nell’Occidente da Costantino a Carlo Magno, Firenze (All’Insegna del Giglio) 2005, pp. 7-87, C. Sfameni, Ville residenziali nell'Italia tardoantica, Bari 2006, pp. 9-73. Aurea Roma. Dalla città pagana alla città cristiana (a cura di S. Ensoli e E. La Rocca), Roma (L’Erma di Bretschneider) 2000, pp. 1-37, pp. 66-90, 174-178, 237-243. C. Panella, Le merci. Produzioni, itinerari e destini, in Società romana e impero tardoantico, 3. Le merci, gli insediamenti, Bari-Roma (Laterza), pp. 431-459. R.E Leader-Newby, Silver and Society in Late Antiquity. Functions and Meanings of Silver Plate in the Fourth to Seventh Centuries, Aldershot 2004, pp. 1-59, C. Panella, I segni del potere. Realtà e immaginario della sovranità nella Roma imperiale, Bari 2011, pp. 13-76, M. Abbatepaolo, Parole d'avorio. Fonti letterarie e testi per lo studio dei dittici eburnei, Bari (Edipuglia) 2012, pp. 5-65. Il docente fornirà agli studenti anche i PPT utilizzati per illustrare le lezioni.  

Inglese
Prerequisites: 

For an appropriate teaching iter it need a good acquisition of historical parameters within which the archaeological phenomena are placed.

Aims: 

At the end of the course the students will know the definition of Late Antiquity and the issues related to the periodization of this historical period. The Modulo aims to provide an overview of historical and archaeological issues relating to Late Antiquity (III-VII century), to reap the substantial changes respect to "classic"age, seeking the root causes, and to identify the specific in the context of urban areas, in architecture and public housing models, in the burial of power. The students will have a basic knowledge of the material evidence and are able to recognize the importance of the relationship between objects and contexts; they are well oriented in reading the scientific literature and begin to understand, through a critical reading of the archaeological records. The presentation of numerous and significant examples within the general interpretive and historiographical frameworks and direct visits to the monuments will provide the students with the knowledge of specific contents, the acquisition of the analysis procedures and the development of interpretative and critical skills in relation to the complex phenomena of the 'age of the' transition 'from antiquity to the Middle Ages, maturing, at the same time, the identification of the correct paths of logical construction of the exhibition on themes and monuments, in full coherence with the training objectives of the course of study provided by the SUA-CdS (A.4.b.2, A.4.c).

Programme: 

Mod. A 

General topics of the Late Antique Archeology (1)

1. Introduction. Problems of definition and periodization. 2. Characteristics and evolutionary lines of urbanism: "capital cities" and imperial offices; urban centers with continuity of life; "ephemeral" city; newly founded city. 3. Residential construction: palatia, praetoria and domus. 4. The burials of power.

 

Mod. B

General topics of the Late Antique Archeology (2)

1. Dynamics of settlement in the rural territory: secondary agglomerations and villas. The limes: the fortified centers. 2. Characters of the artistic form. 3. Productions and trade. 4.Elite productions and rank codes: silver and diptychs.

 

Texts adopted: 

Texts for exam / available in photocopies and in pdf at UNIVERSITALIA; in the absence of a manual of "Late Antique Archeology", the overall repertoire of the themes can be composed with the following studies:

MODULO A

R. Bianchi Bandinelli, voce "Spätantike", in Enciclopedia dell’Arte Antica, Vol. VII, 1966, pp. 426-427; R. Bianchi Bandinelli, voce "Riegl, Alois", in Enciclopedia dell’Arte Antica, Vol. VI, 1965, pp. 683-686; B. Ward Perkins, La caduta di Roma e la fine della civiltà, Bari (Laterza) 2008, pp. 105-229. G.P. Brogiolo, Le origini della città medievale, Mantova (SAP società archeologica) 2011, pp. 9-76; Milano capitale dell’Impero (286-402). Catalogo della mostra, Milano (Silvana Editoriale) 1990, pp. 193-208; Storia di Roma III. L’età tardoantica, 2. I luoghi e le culture, Torino (Einaudi) 1993, pp. 41-51, 69-83, 93-174; Aurea Roma. Dalla città pagana alla città cristiana (a cura di S. Ensoli e E. La Rocca), Roma (L’Erma di Bretschneider) 2000, pp. 41-48, 52-54, 91-112, 116-167, F. Coarelli, L’edilizia pubblica a Roma in età tetrarchica, in, The Transformations of Urbs Roma in Late Antiquity (a cura di W.V. Harris), Portsmouth 1999, pp. 23-33, F. Guidobaldi, L'edilizia abitativa unifamiliare nella Roma Tardoantica, in Società Romana e Impero tardoantico, II, Roma: politica, economia, paesaggio urbano, Bari 1986, pp. 165-237, L. Spera, La cristianizzazione di Roma: forme e tempi, in Lezioni di archeologia cristiana, a cura di F. Bisconti, O. Brandt, Città del Vaticano 2014, pp. 210-220, G. Dagron, Costantinopoli. Nascita di una capitale, Torino 1991. I. Baldini Lippolis, L’architettura residenziale nelle città tardoantiche, Roma (Carocci) 2005, pp. 7-101. E. Jastrzebowska, "Proprietari" dei mausolei imperiali a Roma nel IV secolo, in Rendiconti della Pontificia Accademia Romana di Archeologia, 79 (2006-2007), pp. 35-55, M.J. Johnson, The Roman Imperial Mausoleum in Late Antiquity, Cambridge 2009.

 

MODULO B

G.P. Brogiolo, A. Chavarria Arnau, Aristocrazie e campagne nell’Occidente da Costantino a Carlo Magno, Firenze (All’Insegna del Giglio) 2005, pp. 7-87, C. Sfameni, Ville residenziali nell'Italia tardoantica, Bari 2006, pp. 9-73. Aurea Roma. Dalla città pagana alla città cristiana (a cura di S. Ensoli e E. La Rocca), Roma (L’Erma di Bretschneider) 2000, pp. 1-37, pp. 66-90, 174-178, 237-243. C. Panella, Le merci. Produzioni, itinerari e destini, in Società romana e impero tardoantico, 3. Le merci, gli insediamenti, Bari-Roma (Laterza), pp. 431-459. R.E Leader-Newby, Silver and Society in Late Antiquity. Functions and Meanings of Silver Plate in the Fourth to Seventh Centuries, Aldershot 2004, pp. 1-59, C. Panella, I segni del potere. Realtà e immaginario della sovranità nella Roma imperiale, Bari 2011, pp. 13-76, M. Abbatepaolo, Parole d'avorio. Fonti letterarie e testi per lo studio dei dittici eburnei, Bari (Edipuglia) 2012, pp. 5-65.

The professor will also provide the students with the PPT used during the lessons

Modalità di erogazione: 
Tradizionale
Frequenza: 
Consigliata
Valutazione: 
Prova orale
Altre informazioni

Calendario delle lezioni:Inizio Lezioni Modulo A: 1 ottobreInizio Lezioni Modulo B: 5 novembreOrari delle lezioni e aule:Lun. 10/12 P25; Mart. 11/13 T23A; Merc 11/13 T23A Il corso è destinato anche agli studenti della Laurea magistrale che non abbiano sostenuto nel triennio l'esame di Archeologia tardoantica. Metodi didattici Lezioni frontali con ampio repertorio di immagini e la lettura diretta dei testi scritti, letterari ed epigrafici; il modulo prevede anche visite seminariali a complessi monumentali di Roma. Metodi e criteri di verifica dei risultati di apprendimentoEsame orale sul contenuto delle lezioni e sui testi indicati, attraverso il quale saranno valutate sia le conoscenze generali, sia quelle sugli specifici casi e monumenti, nonché il corretto utilizzo delle metodologie di analisi e di restituzione storica. Con un voto massimo sarà giudicata la preparazione completa per gli aspetti evidenziati

Anno Accademico: 
2018-2019
Docente: 
Carico didattico a: 
Ore: 
60
CFU: 
12
Semestre: 
Primo semestre