Economia e gestione delle imprese editoriali - 2018-2019 - Modulo A+B - Laurea magistrale

Tu sei qui

Italiano
Prerequisiti: 

Possedere basi di cultura generale, con particolare riferimento alla storia dell'industria culturale. Avere familiarità con la lettura, in qualsiasi forma e di molteplice contenuto (testi letterari e scientifici, monografie e periodici, su carta e digitali). Oltre alle funzioni di base dei software per la gestione di documenti, presentazioni e fogli elettronici, è richiesta la consuetudine nell'uso di posta elettronica, del web e dei social media.

Obiettivi: 

Acquisire i saperi e le abilità fondamentali relativi all'organizzazione e alle modalità di funzionamento dell'industria editoriale. Elaborare le conoscenze critiche necessarie ad affrontare la transizione all'editoria digitale: dai cambiamenti delle tecniche di produzione ai mutamenti delle strategie di comunicazione, di distribuzione e commercializzazione dei contenuti culturali.Risultati di apprendimento attesiCoerentemente con gli obiettivi formativi del Corso di Studio, l'attività formativa di questo insegnamento si propone di fornire allo studente:

  • conoscenze e capacità di comprensione delle principali dinamiche caratteristiche del mercato editoriale contemporaneo;
  • competenze terminologiche e concettuali necessarie per orientarsi nel dibattito relativo alla transizione digitale in tutte le sue manifestazioni;
  • capacità di applicare le conoscenze ai casi di studio proposti durante il corso disponendo delle abilità analitiche e creative finalizzate allo studio delle forme di diffusione delle conoscenze;
  • competenze e abilità idonee al lavoro editoriale e redazionale, con particolare riferimento alle tecnologie digitali;

  • conoscenze e abilità relative al sistema della comunicazione e dell'informazione in Italia e in Europa nonché delle modalità gestionali e organizzative delle imprese editoriali;
  • autonomia critica ed elaborazione delle conoscenze, finalizzate a un consapevole inserimento nel panorama editoriale contemporaneo;
  • capacità di apprendere attraverso testi di varia natura, in particolare saggi brevi che sollecitano ulteriori approfondimenti personali.
Programma: 

Il corso mira a offrire una panoramica del contesto editoriale italiano e internazionale, con particolare riferimento all’editoria di saggistica e di servizio. Lo scenario al quale il corso farà costantemente attenzione sarà quello dell'informazione e della comunicazione nel quale operano le imprese editoriali, proponendo alcuni strumenti di analisi e lettura critica della "società della conoscenza". Il mercato editoriale verrà analizzato nelle sue caratteristiche fondamentali, a partire dalle modalità di funzionamento del sistema di creazione del valore in editoria: tipologie dei prodotti editoriali e delle imprese editoriali; obiettivi di mercato e costruzione del piano editoriale; ambiti di attività, ruoli e funzioni dei diversi attori della filiera. Uno spazio particolare verrà dedicato alle specificità e potenzialità dell'editoria digitale, dall'analisi delle piattaforme di e-commerce alla modalità di progettazione, pubblicazione e commercializzazione degli ebook e delle altre forme (applicazioni, contenuti online, etc.) delle opere digitali.Metodi didatticiL'insegnamento verrà impartito attraverso lezioni frontali, lezioni pratiche in aula, laboratori, tenuti nel primo e secondo semestre. Sarà continuamente incoraggiata una partecipazione attiva da parte degli studenti.Strumenti a supporto della didatticaOltre ai testi indicati, il docente utilizzerà regolarmente slide e supporti audiovisivi. Distribuirà, inoltre, brevi testi da utilizzare nelle attività laboratoriali.Modalità di verifica dell'apprendimentoL'esame consisterà in una prova orale finalizzata a verificare che lo studente abbia acquisito le conoscenze e le abilità che costituiscono gli obiettivi formativi dell'insegnamento. Il candidato dovrà dimostrare di conoscere le principali dinamiche caratteristiche del mercato editoriale contemporaneo, nonché di avere acquisito le competenze terminologiche e concettuali necessarie per orientarsi nel dibattito relativo alla transizione digitale in tutte le sue manifestazioni.Criteri di verifica e soglie di valutazione:30 e lode: prova eccellente, sia nelle conoscenze che nell'articolazione critica ed espressiva.30: prova ottima, conoscenze complete, ben articolate ed espresse correttamente, con alcuni spunti critici.27-29: prova buona, conoscenze esaurienti e soddisfacenti, espressione sostanzialmente corretta.24-26: prova discreta, conoscenze presenti nei punti sostanziali, ma non esaurienti e non sempre articolate con correttezza.21-23: prova sufficiente, conoscenze presenti in modo talvolta superficiale, ma il filo conduttore generale risulta compreso. Espressione e articolazione lacunose e spesso non appropriate.18-21: prova appena sufficiente, conoscenze presenti ma superficiali, il filo conduttore non è compreso con continuità. L'espressione e l'articolazione del discorso presentano lacune anche rilevanti.<18: prova insufficiente, conoscenze assenti o molto lacunose, mancanza di orientamento nella disciplina, espressione carente e inappropriata. Esame non superato.

Testi adottati: 
  • AA. VV., a cura di Tropico del libro e Quinta di copertina, 2013, Kit di sopravvivenza del lettore digitale.
  • Simone Aliprandi, a cura, 2017, Fare Open Access. La libera diffusione del sapere scientifico nell’era digitale, Milano, Ledizioni.
  • Chris Anderson, 2004, La coda lunga, “Wired”, https://www.wired.com/2004/10/tail/
  • David Bollier, 2002, trad. it. 2005, Perché il pubblico dominio è importante, Roma, Stampa Alternativa.
  • Luisa Capelli, 2012, Quanto costa il libro? Come si forma il prezzo, su carta e in digitale, “Alfabeta2”, maggio 2012.
  • Luisa Capelli, 2015, La crisi del mercato editoriale italiano: uno specchio della crisi culturale, “Libri e Riviste d’Italia”, anno XI, n. 1-4 2015.
  • Cory Doctorow, 2008, trad. it. 2010, Content.
  • Gian Carlo Ferretti, 2004, Storia dell’editoria letteraria in Italia, 1945-2003, Torino, Einaudi; limitatamente al capitolo quarto: “1971-83: l’apparato” (pp. 225-302).
  • Alessandro Gazoia, 2014, Come finisce il libro. Contro la falsa democrazia dell’editoria digitale, Roma, Minimum fax.
  • Sara Lloyd, 2008, Il Manifesto dell’editore del XXI secolo, Simplicissimus Book Farm.
  • Gino Roncaglia, 2012, L’editoria fra cartaceo e digitale. I numeri e le ragioni di una crisi, Milano, Ledizioni.
  • André Schiffrin, 2000, Editoria senza editori, Torino, Bollati Boringhieri.
  •  Slide delle lezioni reperibili sul blog http://www.luisacapelli.eu

Per gli studenti non frequentanti:

  • Paola Dubini, 2013, Voltare pagina?, Milano, Pearson (Parte prima, pp. 3-85).
Inglese
Prerequisites: 

It is necessary to own the basics of general culture, with particular reference to the history of the industry of culture, to be familiar with reading, in any form and content (literary and scientific texts, monographs and periodicals, both on paper and digital). It is required the customary use of the Internet and Web and, in addition to the basic functions of the softwares, for the management of documents, presentations and database.

Aims: 

Educational objectivesAcquire the knowledge and the related skills necessary to the organization and fundamental to the workings of the publishing industry. Develop the critical knowledge needed to face with the transition to digital publishing: from changes in production techniques to changing communicating strategies, marketing tools and the distribution of cultural content.Expected resultsConsistent with the training objectives of the granting Study Program, the training activity of this course aims to provide the student with:

  • knowledge and ability to understand the main dynamics of the contemporary publishing market;
  • terminological and conceptual skills necessary to orientate themselves in the debate concerning the digital transition in all its manifestations;
  • ability to apply knowledge to the case studies proposed during the course by providing analytical and creative skills aimed at studying the forms of dissemination of knowledge;
  • skills and abilities suitable for editorial and editorial work, with particular reference to digital technologies;
  • knowledge and skills related to the communication and information system in Italy and in Europe as well as the management and organizational methods of publishing companies;
  • critical autonomy and knowledge processing, aimed at a conscious insertion into the contemporary publishing scene;
  • ability to learn through texts of various kinds, in particular short essays that solicit further personal investigations.
Programme: 

The course aims to provide an overview of the Italian and international publishing domain, with particular reference to publishing non-fiction. The scenario on which the course will constantly focus will be that of information and communication for publishing companies, offering some tools for the analysis and a critical reading of the "knowledge society". The publishing market will be analyzed in its fundamental characteristics, starting from the operation of the system of value creation in publishing: areas and types of publications and publishing companies; market goals and construction of the editorial plan, fields of activities, roles and functions of actors in the publishing industry. A particular attention will be devoted to the specific characteristics and potential of digital publishing, analysis of e-commerce platforms to design, publishing and marketing of ebooks and other form (applications, online content, etc..) of digital works.Teaching methodsTeaching will be given through lectures, practical lessons in the classroom, workshops, held in the first and second semester. Active participation by students will be continuously encouraged.Tools to support teachingIn addition to the texts indicated, the teacher will regularly use slides and audiovisual supports. It will also distribute short texts to be used in the workshop activities.Methods and criteria for verification of learning outcomesThe exam will consist of an oral test aimed at verifying that the student has acquired the knowledge and skills that constitute the educational objectives of the course. The candidate must demonstrate knowledge of the main dynamic characteristics of the contemporary publishing market, as well as having acquired the terminological and conceptual skills necessary to orientate themselves in the debate concerning the digital transition in all its manifestations.Verification criteria and assessment thresholds:30 e lode: excellent proof, both in the knowledge and in the critical and expressive articulation.30: excellent test, complete knowledge, well articulated and correctly expressed, with some critical ideas.27-29: good test, comprehensive and satisfying knowledge, substantially correct expression.24-26: Discreet test, knowledge present in the substantial points, but not exhaustive and not always correctly articulated.21-23: sufficient proof, knowledge present sometimes in a superficial way, but the general thread is included. Short and often inappropriate and incomplete expression and articulation.18-21: just sufficient evidence, present but superficial knowledge, the common thread is not understood continuously. The expression and the articulation of the discourse also have significant gaps.<18: insufficient proof, absent or very incomplete knowledge, lack of orientation in the discipline, defective and inappropriate expression. Examination not passed.

Texts adopted: 
  • AA. VV., a cura di Tropico del libro e Quinta di copertina, 2013, Kit di sopravvivenza del lettore digitale.
  • Simone Aliprandi, a cura, 2017, Fare Open Access. La libera diffusione del sapere scientifico nell’era digitale, Milano, Ledizioni.
  • Chris Anderson, 2004, La coda lunga, “Wired”, https://www.wired.com/2004/10/tail/
  • David Bollier, 2002, trad. it. 2005, Perché il pubblico dominio è importante, Roma, Stampa Alternativa.
  • Luisa Capelli, 2012, Quanto costa il libro? Come si forma il prezzo, su carta e in digitale, “Alfabeta2”, maggio 2012.
  • Luisa Capelli, 2015, La crisi del mercato editoriale italiano: uno specchio della crisi culturale, “Libri e Riviste d’Italia”, anno XI, n. 1-4 2015.
  • Cory Doctorow, 2008, trad. it. 2010, Content.
  • Gian Carlo Ferretti, 2004, Storia dell’editoria letteraria in Italia, 1945-2003, Torino, Einaudi; limitatamente al capitolo quarto: “1971-83: l’apparato” (pp. 225-302).
  • Alessandro Gazoia, 2014, Come finisce il libro. Contro la falsa democrazia dell’editoria digitale, Roma, Minimum fax.
  • Sara Lloyd, 2008, Il Manifesto dell’editore del XXI secolo, Simplicissimus Book Farm.
  • Gino Roncaglia, 2012, L’editoria fra cartaceo e digitale. I numeri e le ragioni di una crisi, Milano, Ledizioni.
  • André Schiffrin, 2000, Editoria senza editori, Torino, Bollati Boringhieri.
  • Slide delle lezioni reperibili sul blog http://www.luisacapelli.eu

Per gli studenti non frequentanti:

  • Paola Dubini, 2013, Voltare pagina?, Milano, Pearson (Parte prima, pp. 3-85).
Modalità di erogazione: 
Tradizionale
Frequenza: 
Consigliata
Valutazione: 
Prova orale
Anno Accademico: 
2018-2019
Docente: 
Ore: 
60
CFU: 
12
Semestre: 
Primo semestre
Secondo semestre