Grammatica storica italiana - 2018-2019 - Modulo A+B - Laurea magistrale

Tu sei qui

Italiano
Prerequisiti: 

Conoscenza di base della storia linguistica italiana

Obiettivi: 

Il corso, tracciato un profilo linguistico delle varietà italoromanze, si propone di fornire allo studente una conoscenza avanzata delle caratteristiche sincroniche e dello sviluppo diacronico di una selezione di fenomeni caratterizzanti le varietà mediane e il romanesco.

Programma: 

Le varietà mediane e il romanesco nella storia linguistica italiana (A): area mediana.

Testi adottati: 

Frequentanti:1. L.Serianni, Lezioni di grammatica storica italiana, Roma, Bulzoni, pp. 1-79 (qualsiasi edizione).2. M. Loporcaro; T. Paciaroni (2016), The dialects of central Italy, in A. Ledgeway, M. Maiden (eds.),The Oxford Guide to the Romance languages, Oxford, Oxford University Press, pp. 228-245.3. U. Vignuzzi (1993-1994), Il volgare nell’Italia mediana, in L.Serianni, P.Trifone (a cura di), Storia della lingua italiana, vol. iii, Le altre lingue, Torino, Einaudi, pp. 329-344 e 359-368.4. M. Barbato (2008), Metafonia napoletana e metafonia sabina, in I dialetti meridionali tra arcaismo e interferenza. Atti del convegno internazionale di dialettologia (Messina, 4-6 giugno 2008), a cura di A. De Angelis, Palermo, CSFLS, 2008, pp. 275-289.5. M. Barbato (2015), Vocali finali in molisano, o dell’importanza dei testi antichi, in «Lingua e stile» L, pp.  91-110. Non frequentanti:1. L.Serianni, Lezioni di grammatica storica italiana, Roma, Bulzoni, pp. 1-79 (qualsiasi edizione).2. M. Loporcaro (20162),  Profilo linguistico dei dialetti italiani, Roma-Bari, Laterza (capitoli 3. La classificazione dei dialetti d’Italia e 4. L’Italia dialettale), pp. 69-170.3. U. Vignuzzi (1993-1994), Il volgare nell’Italia mediana, in L.Serianni, P.Trifone (a cura di), Storia della lingua italiana, vol. iii, Le altre lingue, Torino, Einaudi, pp. 329-344 e 359-368.4. M. Barbato (2008), Metafonia napoletana e metafonia sabina, in I dialetti meridionali tra arcaismo e interferenza. Atti del convegno internazionale di dialettologia (Messina, 4-6 giugno 2008), a cura di Alessandro De Angelis, Palermo, CSFLS, 2008, pp. 275-289.5. M. Barbato (2015), Vocali finali in molisano, o dell’importanza dei testi antichi, in «Lingua e stile» L, pp.  91-110.6. M. Loporcaro, T. Paciaroni (2010), Funzioni morfologiche dell’opposizione -u e -o nei dialetti del maceratese, in Actes du XXVe Congrès International de Linguistique et de Philologie Romanes (Innsbruck, 3-8 septembre 2007), a c. di M. Iliescu, H. Siller-Runggaldier e P. Danler, Berlin, de Gruyter, pp. 497-506.

Inglese
Prerequisites: 

Basic knowledge of the main stages of Italian language’s historical evolution

Aims: 

The course will trace a linguistic profile of the Italo-Romance varieties and will focus its attention on the dialects of central Italy and on the linguistic variety of Rome.  The aim is to give an advanced knowledge of the diachronic development and the synchronic conditions related to a selection of linguistic features which characterize these varieties.

Programme: 

Le varietà mediane e il romanesco nella storia linguistica italiana (A): area mediana.

Texts adopted: 

attending students:1. L.Serianni, Lezioni di grammatica storica italiana, Roma, Bulzoni, pp. 1-79 (qualsiasi edizione).2. M. Loporcaro; T. Paciaroni (2016), The dialects of central Italy, in A. Ledgeway, M. Maiden (eds.),The Oxford Guide to the Romance languages, Oxford, Oxford University Press, pp. 228-245.3. U. Vignuzzi (1993-1994), Il volgare nell’Italia mediana, in L.Serianni, P.Trifone (a cura di), Storia della lingua italiana, vol. iii, Le altre lingue, Torino, Einaudi, pp. 329-344 e 359-368.4. M. Barbato (2008), Metafonia napoletana e metafonia sabina, in I dialetti meridionali tra arcaismo e interferenza. Atti del convegno internazionale di dialettologia (Messina, 4-6 giugno 2008), a cura di A. De Angelis, Palermo, CSFLS, 2008, pp. 275-289.5. M. Barbato (2015), Vocali finali in molisano, o dell’importanza dei testi antichi, in «Lingua e stile» L, pp.  91-110. non-attending students:1. L.Serianni, Lezioni di grammatica storica italiana, Roma, Bulzoni, pp. 1-79 (qualsiasi edizione).2. M. Loporcaro (20162),  Profilo linguistico dei dialetti italiani, Roma-Bari, Laterza (capitoli 3. La classificazione dei dialetti d’Italia e 4. L’Italia dialettale), pp. 69-170.3. U. Vignuzzi (1993-1994), Il volgare nell’Italia mediana, in L.Serianni, P.Trifone (a cura di), Storia della lingua italiana, vol. iii, Le altre lingue, Torino, Einaudi, pp. 329-344 e 359-368.4. M. Barbato (2008), Metafonia napoletana e metafonia sabina, in I dialetti meridionali tra arcaismo e interferenza. Atti del convegno internazionale di dialettologia (Messina, 4-6 giugno 2008), a cura di Alessandro De Angelis, Palermo, CSFLS, 2008, pp. 275-289.5. M. Barbato (2015), Vocali finali in molisano, o dell’importanza dei testi antichi, in «Lingua e stile» L, pp.  91-110.6. M. Loporcaro, T. Paciaroni (2010), Funzioni morfologiche dell’opposizione -u e -o nei dialetti del maceratese, in Actes du XXVe Congrès International de Linguistique et de Philologie Romanes (Innsbruck, 3-8 septembre 2007), a c. di M. Iliescu, H. Siller-Runggaldier e P. Danler, Berlin, de Gruyter, pp. 497-506.

Modalità di erogazione: 
Tradizionale
Frequenza: 
Consigliata
Valutazione: 
Prova orale
Altre informazioni

Gli studenti non frequentanti sono pregati di mettersi in contatto con la docenteNon-attending students are kindly requested to contact the teacher.

Anno Accademico: 
2018-2019
Ore: 
60
CFU: 
12