History of Architecture - 2017-2018 - Modulo A - Laurea magistrale

Tu sei qui

Italiano
Prerequisiti: 

Conoscenza manualistica delle vicende storiche e dello sviluppo dell'attività artistica in Italia tra il XIV e il XVI secolo.

Obiettivi: 

Il corso fornisce competenze storiche e interpretative in merito alla progettazione architettonica, applicabili alla comprensione di diversi aspetti dell’architettura di epoca rinascimentale. 

Programma: 

Donato Bramante a Roma (1499 circa - 1514) e la sua eredità (Raffaello, Antonio da Sangallo il Giovane, Michelangelo)
Negli ultimi quindici anni della sua vita trascorsi nella Roma dei papi, Donato Bramante trasformò in modo decisivo il linguaggio architettonico ereditato dal primo Umanesimo (da Brunelleschi e Alberti soprattutto), aggiornandolo alla luce dello studio diretto delle rovine antiche e adeguandolo alle ambizioni di egemonia politica e culturale dei suoi committenti, in particolare di Giulio II della Rovere. Il corso analizza gli edifici bramanteschi progettati e realizzati entro il 1514 e la loro influenza su alcuni tra i suoi più telentuosi ‘allievi’.

Testi adottati: 

-       A. Bruschi, Bramante, 1° ed. 1973, Roma-Bari, Editori Laterza 1985 (ed. in lingua inglese con prefazione di P. Murray, London, Thames & Hudson 1973)
-       J. Ackerman, The Cortile del Belvedere, Citta del Vaticano, Biblioteca Apostolica Vaticana, 1954
Ulteriori e più specifiche indicazioni bibliografiche verranno fornite durante il corso e pubblicate in un apposito avviso nella bacheca del sito (http://www.lettere.uniroma2.it/minisito/storia-dell-arte) alla fine del corso stesso.
 

Inglese
Prerequisites: 

Basic knowledge of historical events and of the development of artistic languages from the XIVth to the XVIth centuries

Aims: 

The course provides historical knowledge and interpreting skills of the architectural design from the first sketch to the actual building, to foster a better understanding of Renaissance designing procedures and aims.

Programme: 

Donato Bramante in Rome (1499 ca.- 1514) and His Legacy (Raphael, Antonio da Sangallo il Giovane, Michelangelo)
In the last fifteen years of his life spent in papal Rome, Donato Bramante permanently changed renaissance architectural language developed during the XVth-century by Brunelleschi and Alberti, updating it through the direct study of ancient ruins and adapting it to the unprecedented political and cultural ambitions of his patrons, expecially of Julius II Della Rovere. The course analyzes Bramante’s roman buildings and their influence on the works of his most talented ‘pupils’ .
 

Texts adopted: 

Selected Bibliography
-       A. Bruschi, Bramante, 1° ed. 1973, Roma-Bari, Editori Laterza 1985 (ed. in lingua inglese con prefazione di P. Murray, London, Thames & Hudson 1973)
-       J. Ackerman, The Cortile del Belvedere, Citta del Vaticano, Biblioteca Apostolica Vaticana, 1954
Further bibliography will be comunicated during the lessons; the ultimate exam biblography will be published on the website. (http://lettere.uniroma2.it/it/corso-laurea/art-history-rome-late-antiquity-present) before the end of the course.

Modalità di erogazione: 
Tradizionale
Frequenza: 
Consigliata
Valutazione: 
Prova orale
Prova pratica
Altre informazioni

il corso prevede sopralluoghi a edifici e contesti monumentali / during the course visits to building and monumental sites will be organized

Anno Accademico: 
2017-2018
Ore: 
30
CFU: 
6