Letteratura italiana per il turismo - 2018-2019 - Modulo A - Laurea triennale

Tu sei qui

Italiano
Prerequisiti: 

Conoscenza di base della Letteratura Italiana dalle Origini al Novecento.

Obiettivi: 

Obiettivi formativi

La Letteratura Italiana costituisce un patrimonio ricchissimo e vario cui attingere anche in ambito turistico-culturale. Partendo da una conoscenza della Letteratura Italiana, preliminare e imprescindibile, l’obiettivo del presente corso sarà quello di illustrare le potenzialità e le possibilità di utilizzo e di valorizzazione di questa risorsa a fini turistico-culturali.

Risultati di apprendimento attesi 

Coerentemente con gli obiettivi formativi del Corso di Studio erogante previsti dalla scheda SUA-CdS (quadri A.4.b.2, A.4.c), il corso intende sviluppare negli studenti la conoscenza e la capacità di comprensione della Letteratura italiana e dei suoi protagonisti da un punto di vista non solo storico-letterario, ma anche geografico affinché possano maturare una maggior consapevolezza del ricchissimo patrimonio che a livello locale e regionale la Letteratura detiene. La Letteratura italiana vanta, infatti, un patrimonio immateriale costituito da autori e opere di tutti i tempi, dalle origini alla contemporaneità, di grande rilievo i quali possono assumere un ruolo protagonistico anche in ambito turistico, nello specifico in quello del Turismo letterario. A tal fine il corso si propone di aiutare gli studenti a sviluppare la capacità di analizzare le opere letterarie, con particolare attenzione alla loro dimensione spazio-territoriale, attraverso una mirata analisi stilistica e contenutistica, anche e soprattutto ai fini dello sviluppo di una autonoma capacità di ricerca ed interpretazione critica. Nelle lezioni frontali si analizzeranno le principali esperienze letterarie in ambito Turistico culturale già in essere, si farà riferimento alle loro principali fonti letterarie, si renderanno note le principali correnti critiche particolarmente connesse ai nuovi approcci ‘geo-letterari’, al fine di sollecitare negli studenti autonome capacità di analisi, giudizio, ricerca e persino di realizzazione o implementazione di nuove forme di Turismo letterario.

Programma: 

La conoscenza dei protagonisti della nostra letteratura e delle loro opere non solo da una prospettiva storico-letteraria, ma anche e soprattutto spazio-territoriale costituirà il programma del corso e delle relative esercitazioni. Il Turismo letterario è un fenomeno che attualmente sta riscuotendo sempre più successo da parte di un certo mercato e progetti in tal senso sono già molti e interessanti: dai “parchi letterari” alle più moderne app – cui si potrebbero aggiungere i blog, le mappe letterarie digitali e collaborative ecc. –, tutti ‘strumenti’ ideati appositamente per guidare il turista nelle sue “passeggiate” letterarie. Queste esperienze saranno oggetto di studio e di approfondimento, un punto di partenza concreto per ideare e/o sviluppare percorsi letterari nell’ambito di un Turismo sempre più culturalmente qualificato e consapevole, incentrato sulla nostra Letteratura e il nostro Territorio.

Metodi didattici

Lezioni frontali;
Lezioni interattive;
Lettura, analisi, commento dei testi e delle risorse digitali inerenti al Turismo letterario;
Discussione ed elaborazione di percorsi turistico-letterari.

Metodi e criteri di verifica dei risultati di apprendimento

Esame orale: colloquio sui contenuti del programma. Lo studente sarà inoltre tenuto a pianificare un itinerario turistico-letterario tratto da un’opera della Letteratura italiana da concordare con il docente e da presentare e discutere in sede d’esame. 
Verranno valutate: la qualità dell'espressione orale e scritta, la capacità di analisi critica, la conoscenza dei contenuti previsti dal programma.

Testi adottati: 

Benigni P., La Letteratura italiana per il Turismo culturale, Roma, UniversItalia, 2018. 
Dionisotti C., Geografia e storia della letteratura italiana, Torino, Einaudi, 1967 (in particolare i saggi: Geografia e storia della letteratura italiana e Chierici e laici).
Sorrentino F. (a cura di), Il senso dello spazio. Lo spatial turn nei metodi e nelle teorie letterarie, Roma, Armando editore, 2010.
Jakob M., Paesaggio e letteratura, Firenze, Olschki, 2005.

Per lo studio della Letteratura italiana dalle origini al Novecento, si consiglia:
Marazzini C., Fornara S. (a cura di), La bussola della Letteratura, Messina-Firenze, Casa editrice G.D'Anna, 2003 (scaricabile dalla pagina docente).

Ulteriori indicazioni bibliografiche e materiale didattico saranno forniti nel corso delle lezioni.

Di consultazione generale: 
Pedullà G., Luzzatto S. (a cura di), Atlante della letteratura italiana, Torino, Einaudi, 3 voll., 2010-2012.

Lo studente è tenuto, inoltre, a presentare un elaborato, di massimo 6000 battute (spazi inclusi, circa tre cartelle di word) corredato da mappa, consistente nella pianificazione di un percorso turistico-letterario, tratto da un’opera o basato sul vissuto di un autore della Letteratura italiana, da concordare con il docente.

Inglese
Prerequisites: 

Basic Knowledge of Italian Literature from the origins to the twentieth century.

Aims: 

Educational objectives

Italian literature is a rich and varied heritage which can also be tapped in tourism and culture. Starting from a knowledge of Italian literature, preliminary and essential, the objective of this course will be to illustrate the possibilities of use and enhancement of this resource for tourism and cultural purposes.

Expected results 

Consistent with the training objectives of the granting study program provided for by the SUA-CdS (A.4.b.2, A.4.c), the course aims to develop students' knowledge and understanding of Italian literature and of its protagonists from a point of view not only historical-literary, but also geographical, so that they can develop a greater awareness of the rich heritage that the literature holds at local and regional level.
In fact, the Italian literature boasts an intangible heritage made up of authors and works of all time, from the origins to the contemporary, of great importance which can assume a leading role also in tourism, specifically in that of literary tourism.
To this end, the course aims to help students develop the ability to analyze literary works, with particular attention to their spatial-territorial dimension, through a targeted stylistic and content analysis, also and above all for the development of an autonomous capacity. of research and critical interpretation. In the lectures will be analyzed the main literary experiences in the Cultural Tourism already in place, we will refer to their main literary sources, will be known the main critical current particularly related to the new 'geo-literary' approaches, in order to solicit in the students autonomous skills of analysis, judgment, research and even realization or implementation of new forms of literary tourism.
 

Programme: 
The knowledge of the authors of Italian Literature and the critical analysis of their works, not only from a historical-literary perspective, but also and above all from a new spatial and territorial perspective will form the basis of the program of the course and its exercises.
 

Teaching methods

Frontal lessons;
Interactive lessons;
Reading, analysis, commentary of texts and digital resources related to literary tourism;
Discussion and elaboration of tourist-literary itineraries.

Methods and criteria for verification of learning outcomes

Oral exam: interview on the contents of the program. The student will also be required to plan a tourist-literary itinerary taken from a work of Italian literature to be agreed with the teacher and to be presented and discussed during the exam.
Will be evaluated: the quality of oral and written expression, the ability to critically analyze, the knowledge of the contents of the program. 

Texts adopted: 

Benigni P., La Letteratura italiana per il Turismo culturale, Roma, UniversItalia, 2018. 
Dionisotti C., Geografia e storia della letteratura italiana, Torino, Einaudi, 1967 (in particular the essays: “Geografia e storia della letteratura italiana” e “Chierici e laici”).
Sorrentino F. (a cura di), Il senso dello spazio. Lo spatial turn nei metodi e nelle teorie letterarie, Roma, Armando editore, 2010.
Jakob M., Paesaggio e letteratura, Firenze, Olschki, 2005.

For the study of Italian literature from its origins to the twentieth century, we recommend:
Marazzini C., Fornara S. (eds), La bussola della Letteratura, Messina-Firenze, Casa editrice G.D'Anna, 2003
(downloadable from the teacher page)

Further bibliographical indications and didactic material will be provided during the lessons.

General consultation:
Pedullà G., Luzzatto S. (eds), Atlante della letteratura italiana, Torino, Einaudi, 3 voll., 2010-2012.

The student is also required to present a paper of up to 6000 characters (including spaces, about three word folders) accompanied by a map, consisting of planning a tourist-literary itinerary, taken from a work or based on the experience of an author of Italian literature, to be agreed with the teacher.
 

Modalità di erogazione: 
Tradizionale
Frequenza: 
Facoltativa
Valutazione: 
Prova orale
Valutazione progetto
Altre informazioni

Il corso di Letteratura Italiana per il Turismo avrà inizio lunedì 11 MARZO 2019.

Le lezioni si svolgeranno nei giorni di LUNEDI' e VENERDI', orario 13.00-15.00, aula T34.  

 

Lo studente è tenuto a presentare un elaborato di massimo 6000 battute (spazi inclusi, circa tre cartelle di Word) da concordare con il docente (breve ipotesi di progetto-percorso letterario – su un’opera e/o un autore della Letteratura Italiana - per la valorizzazione del territorio a fini turistico-culturali).

Anno Accademico: 
2018-2019
Insegnato a: 
Docente: 
Carico didattico a: 
Ore: 
30
CFU: 
6
Semestre: 
Secondo semestre