Lingua francese 1 - 2018-2019 - Modulo A+B - Laurea magistrale

Tu sei qui

Italiano
Prerequisiti: 

E’ necessario possedere un livello di conoscenza della lingua italiana pari a quello richiesto per la lingua francese (B2 del quadro comune europeo di riferimento per la conoscenza delle lingue).

Obiettivi: 

E' previsto il raggiungimento del livello B2+ secondo lo schema della classificazione delle competenze nel Quadro di riferimento europeo per le lingue moderne. 

1. Obiettivi formativi: Attraverso una riflessione specifica sulle dinamiche comunicative e traduttive la formazione linguistica magistrale è finalizzata all’approfondimento delle nozioni di linguistica teorica e applicata, e all’acquisizione, per le lingue straniere, di competenze e abilità di grado avanzato corrispondenti al livello C1/C2 del Quadro comune europeo di riferimento per la conoscenza delle lingue.

2. Risultati di apprendimento attesi: Coerentemente con gli obiettivi formativi del Corso di Studio erogante previsti dalla scheda SUA-CdS (quadri A.4.b.2, A.4.c), l'attività formativa di questo modulo si propone di fornire allo studente le seguenti conoscenze e abilità:

 - Conoscenza e capacità di comprensione: il corso intende sviluppare nello studente capacità avanzate per l’analisi del testo scritto in ambito letterario con particolare riferimento alle categorie della linguistica del testo.

- Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Lo studente sarà in grado di mettere in relazione le scelte formali con il piano del significato, migliorando la propria capacità di ricezione e di produzione di testi.

- Autonomia di giudizio: Il modulo intende fornire diverse prospettive analitiche, sviluppate nell’ambito della grammatica del testo, della stilistica e della pragmatica. Lo studente dovrà essere in grado di stabilire connessioni tra quanto appreso e i contenuti dei corsi di linguistica generale e applicata.

- Abilità comunicative: Il modulo intende promuovere le capacità di esposizione scritta e orale in ambito accademico. Lo studente dovrà dimostrare di saper formulare un discorso in lingua francese utilizzando una terminologia appropriata e adatta al contesto, anche ricorrendo a simulazioni situazionali.   

- Capacità di apprendere: Lo studente dovrà mostrare di saper utilizzare il materiale bibliografico consigliato e organizzare autonomamente e in collaborazione una ricerca, anche con l’aiuto di fonti elettroniche, per approfondire gli argomenti in programma.

Programma: 

MODULO A:

 Bilinguismo, autotraduzione e scritture dell’io.

Il modulo intende analizzare attraverso un corpus di materiali il fenomeno dell’autotraduzione negli autori bilingui, proponendo una riflessione sulla possibile connessione fra autotraduzione e autobiografia nel segno di un ipotetico ‘patto autotraduttivo’ che rimette in discussione non solo l’esistenza di un ‘unico’ testo originale, ma l’unicità stessa dell’esperienza autobiografica. Quando il testo autotradotto appartiene al genere autobiografico, infatti, autore-narratore-personaggio-traduttore si sovrappongono determinando specifiche scelte traduttive.  

MODULO B:

La parola al traduttore: il Journal di traduzione

Sempre più spesso i traduttori prendono la parola in quello che si avvia a diventare un nuovo genere letterario: il Journal di traduzione. In questo modulo, la voce del traduttore e la sua posizione rispetto al testo tradotto sono al centro di una riflessione sull’autorialità che il traduttore indaga dal suo ruolo di mediatore tra lingue, culture, generi letterari.

Metodi didattici: lezioni frontali, uso di risorse elettroniche, analisi/studio sintesi di testi e altri materiali forniti dalla docente, corso di lettorato annuale (prof. Fabrice Carrot). Gli studenti che non intendono frequentare il corso e il lettorato sono invitati a contattare i docenti in orario di ricevimento. 

Metodi e criteri di verifica dei risultati di apprendimento: L’esame consiste in una prova orale in cui lo studente dovrà dimostrare, oltre alla conoscenza dei contenuti del modulo, un’adeguata competenza linguistica e discorsiva del francese nell’ambito degli studi umanistici. L’esame di lettorato è una prova scritta. Per gli studenti frequentanti è previsto un esonero. Per la registrazione finale del voto, è necessario aver superato la prova di lettorato il cui risultato contribuirà all’elaborazione della votazione complessiva. N.B. L’esame dei moduli A e B va sostenuto contemporaneamente. E’ necessario portare all’esame i testi su cui verte il colloquio.

 

 

Testi adottati: 

Testi adottati MODULO A:

 Bibliografia generale del corso:

- Claude Hagège, L’enfant aux deux langues, Odile Jacob, Paris, 2005

- Ranka Bijeljac-Babic, L’enfant bilingue de la petite enfance à l’école, Odile Jacob, Paris, 2017

- Alessandra Ferraro, Rainier Grutman, L’autotraduction littéraire. Perspectives théoriques, Paris, Garnier, 2016.

- Michael Oustinoff, Bilinguisme d’écriture et auto-traduction, Paris, L’Harmattan, 2001

- Julien Green, Le langage et son double, Paris, Seuil, 1987

Gli studenti che intendono frequentare sono invitati a munirsi delle dispense depositate presso Universitalia prima dell’inizio del corso. Gli studenti non frequentanti dovranno aggiungere allo studio dei materiali presenti nelle dispense la lettura integrale dei testi:

- Henri Meschonnic, Ethique et politique du traduire, Verdier, Paris, 2007

- Philippe Lejeune, Le pacte autobiographique, Seuil, Paris, 1996

   Manuale per il corso di LETTORATO: Réussir le DALF niveaux C1/C2 (Didier)

 

Testi adottati MODULO B:

Bibliografia generale del corso:

- Lawrence Venuti, L’invisibilità del traduttore, Armando ed., 1999

- Jean-René Ladmiral, Sourciers ou ciblistes. Les profondeurs de la traduction, Paris, Les Belles Lettres, 2014

- Antonio Prete, A l’ombre de l’autre langue. Pour un art de la traduction, Les éditions chemins de ronde, 2013

- Carlos Batista, Traducteur auteur de l’ombre, ed. arlea, 2014

- Marie-Hélène Dumas, Journal d’une traduction, ed iXe, 2016

- Agnès Desarthe, Comment j’ai appris à lire, Stock, Paris, 2013

Gli studenti che intendono frequentare sono invitati a munirsi delle dispense depositate presso Universitalia prima dell’inizio del corso. Gli studenti non frequentanti dovranno aggiungere allo studio dei materiali presenti nelle dispense la lettura integrale dei testi:

- Antonio Prete, A l’ombre de l’autre langue. Pour un art de la traduction, Les éditions chemins de ronde, 2013

- Marie-Hélène Dumas, Journal d’une traduction, ed iXe, 2016

- Carlos Batista, Traducteur auteur de l’ombre, ed. arlea, 2014

Manuale per il corso di LETTORATO: Réussir le DALF niveaux C1/C2 (Didier)

Inglese
Prerequisites: 

French and Italian language – european standard level B2

Aims: 

1. Educational objectives: The course focuses on textuality, and aims to provide students with advanced instruments of analysis selected from influencial contemporary approaches to the study of language and translation in order to develop analysis and translation skills of literary text.

2. Expected results: In line with the educational objectives of the Study Program stated in the SUA-CdS (sections A.4.b.2, A.4.c), the training activity aims to provide the student with the following knowledge and skills:

Knowledge and understanding: The course is meant to develop advanced skills for the analysis of litery texts with special regard for the categories of text linguistics.

Applying knowledge and understanding: By fostering these abilities, students will be able to set in relation choices made on the formal level with effects achieved on the level of meaning, thus improving their skills in term of text reception and production.

Making judgements: The module intend to provide the student with different analytic perspectives, developed within the fields of text grammar, stylistics and pragmatics. Students will be requirend to develop autonomy and flexibility in creating links between the contents of this course and those of general and applied linguistics.

Communication skills: The module aims to improve written and oral production skills in the context of an academic discourse. Students will be able to critically examine and explain the contents learned during the course, even through situational simulations.

Learning skills: Students will be able to work autonomously and in groups, and to search for information from a variety of up-to-date, academically relevant electronic sources, including standard reference works on the course contents.

Programme: 

MODULO A: Bilingualism, self-translation and autobiography.

The course focuses on concrete experiences of self-translating authors in order to understand the relationship between self-translation and authobiography. In self-translation, when a text belongs to the autobiographical genre, there is a quadruple correspondence between the author-narrator-character-translator, and so the increased subjectivity of the self determines certains translation choices. 

MODULO B: The translators' Journal, a new literary genre

Literary genres are one of the most debated themes by theorists because they represent a phenomenon as old as literature itself. The main aim of the course is to study, both from a theoretical and from a pragmatical point of vue, the idea of authoriality through the translators’ Journal, a new literary genre who gives a specific voice to those ‘invisible authors’

Didactic methods: lectures, seminars, laboratories, research of material on libraries and on-line, analysis/study/synthesis of texts and other materials, language classes “lettorato” (prof. Fabrice Carrot).

Methods and criteria for verification of learning outcomes: The final test consists in an oral exam by means of which students will prove their knowledge of the module contents, as well as linguistic and discursive competence within the field of the humanities. Students attending the course can take this part of the exam during the course. The results of written ‘lettorato’ test will be integrated with the mark of the Lingua Francese course.

Texts adopted: 

Bibliography MODULO A:

- Claude Hagège, L’enfant aux deux langues, Odile Jacob, Paris, 2005

- Ranka Bijeljac-Babic, L’enfant bilingue de la petite enfance à l’école, Odile Jacob, Paris, 2017

- Alessandra Ferraro, Rainier Grutman, L’autotraduction littéraire. Perspectives théoriques, Paris, Garnier, 2016.

- Michael Oustinoff, Bilinguisme d’écriture et auto-traduction, Paris, L’Harmattan, 2001

- Julien Green, Le langage et son double, Paris, Seuil, 1987

Students attending the course should look for training material (dispense) at Universitalia.

Additional bibliography for non attending students:

- Henri Meschonnic, Ethique et politique du traduire, Verdier, Paris, 2007

- Philippe Lejeune, Le pacte autobiographique, Seuil, Paris, 1996    

LANGUAGE CLASSES/LETTORATO: Réussir le DALF niveaux C1/C2 (Didier)

 

Bibliography MODULO B:

- Lawrence Venuti, L’invisibilità del traduttore, Armando ed., 1999

- Jean-René Ladmiral, Sourciers ou ciblistes. Les profondeurs de la traduction, Paris, Les Belles Lettres, 2014

- Antonio Prete, A l’ombre de l’autre langue. Pour un art de la traduction, Les éditions chemins de ronde, 2013

- Carlos Batista, Traducteur auteur de l’ombre, ed. arlea, 2014

- Marie-Hélène Dumas, Journal d’une traduction, ed iXe, 2016

- Agnès Desarthe, Comment j’ai appris à lire, Stock, Paris, 2013

Students attending the course should look for training material (dispense) at Universitalia. Additional bibliography for non attending students:

- Antonio Prete, A l’ombre de l’autre langue. Pour un art de la traduction, Les éditions chemins de ronde, 2013

- Marie-Hélène Dumas, Journal d’une traduction, ed iXe, 2016

- Carlos Batista, Traducteur auteur de l’ombre, ed. arlea, 2014

LANGUAGE CLASSES/LETTORATO: Réussir le DALF niveaux C1/C2 (Didier)

Modalità di erogazione: 
Tradizionale
Frequenza: 
Consigliata
Valutazione: 
Prova orale
Altre informazioni

RICEVIMENTO SECONDO SEMESTRE

martedì ore 12 studio 19, piano II, edificio B

Laureandi su appuntamento (simona.munari@gmail.com)

Anno Accademico: 
2018-2019
Docente: 
Ore: 
60
CFU: 
12
Semestre: 
Primo semestre