Lingua francese 3 - 2017-2018 - Modulo A - Laurea triennale

Tu sei qui

Italiano
Prerequisiti: 

- Aver frequentato (avendone possibilmente superato i relativi esami) i moduli di Lingua francese 1 e Lingua francese 2.
 
- Frequentare il lettorato di francese (Dott.ssa Signoret) previsto per il terzo anno.

Obiettivi: 

Apprendere le nozioni di base (lessicali, sintattiche, stilistiche) per tradurre un testo letterario dal francese all'italiano.
Conoscere le principali questioni teoriche connesse alla traduzione letteraria.

Programma: 

La traduzione della poesia
Il modulo si concentra sugli aspetti teorici e pragmatici relativi alla traduzione di testi poetici dal francese all'italiano.
Sono state preminentemente analizzate traduzioni in italiano di poeti dell'800 (Baudelaire, Mallarmé).
 

Testi adottati: 

 
La lista che segue è valida per gli studenti "frequentanti" e per quelli "parzialmente frequentanti" (vedi qui sotto "Altre informazioni").
 
Gli studenti non-frequentanti dovranno contattare il docente, e in ogni caso portare all'esame il testo integrativo di Georges Mounin (vedi sotto).
 
Il modulo si è articolato attraverso lezioni propriamente frontali ed esercitazioni guidate sull'analisi comparativa delle traduzioni esistenti. Infine vi è stata l'elaborazione, da parte del singolo studente, di una sua traduzione personale della poesia di Jean Flaminien, "Si seul es-tu et te quittant".
- Traduzioni poetiche analizzate in ottica comparativa durante il corso:
- Traduzioni francesi (Jaccottet, Bonnefoy) de L'Infinito di Leopardi.
- Traduzioni italiane (Prete, Bertolucci, de Nardis), di A une passante di Baudelaire
- Traduzioni italiane (Luzi, Prete, Bertolucci, Caproni) de La vie antérieure di Baudelaire.
Traduzioni italiane (Luzi, Valduga, Guerrini, Frezza, Fusero, De Carolis, Marinetti, Valeri) de "Le vierge, le vivace et le bel aujourd'hui" di Mallarmé.
- Traduzioni italiane (Ortesta, Luzi, Valduga, Frezza, Guerrini) de "Ses purs ongles très haut dédiant leur onyx" di Mallarmé.
 

Testi d'esame:

1. Raffaella Bertazzoli, La traduzione: teorie e metodi, Roma, Carocci, 2015.
2. Luca Bevilacqua, Questioni di traduzione mallarmeana. (vedi PDF allegato qui sotto)
3. Antonio Prete, «(link is external)À l’ombre des Fleurs du mal. Variations d’un traducteur(link is external)»(link is external)Revue italienne d’études françaises.
 

Per i non-frequentanti:

4. Georges Mounin, Les Problèmes théoriques de la traduction, Gallimard ("Tel"), 1976.
 

Modalità di erogazione: 
Tradizionale
Frequenza: 
Obbligatoria
Valutazione: 
Prova scritta
Prova orale
Altre informazioni

La frequenza è considerata "obbligatoria" nel senso che, ai fini del programma d'esame, sono considerati studenti "frequentanti" coloro che risulteranno presenti in aula per almeno 24 ore su 30 totali. (Frequenza dell'80% delle lezioni).
Gli studenti che hanno frequentato il 60% delle lezioni (dunque almeno 18 ore) sono considerati "parzialmente frequentanti", e potranno sostenere l'esame sul corso portando in aggiunta il saggio seguente: Edoardo Costadura, Mallarmé, le classique, le byzantin, in "Revue de Littérature Comparée", 1998, pp. 231-260. Il saggio è disponibile qui nella sezione "Allegati". 
Per verbalizzare l'esame è necessario aver superato sia la parte del lettorato (scritto e orale) che l'esame col Professore.

Anno Accademico: 
2017-2018
Carico didattico a: 
Ore: 
30
CFU: 
6
Semestre: 
Secondo semestre