Paleografia latina - 2017-2018 - Modulo A - Laurea a Ciclo unico

Tu sei qui

Italiano
Prerequisiti: 

Conoscenze base di storia medievale e latino.

Obiettivi: 

Conoscere metodi e finalità della disciplina nonché le principali tappe del percorso storico-evolutivo dalle origini dell’alfabeto latino alla introduzione della stampa.

Programma: 

Breve storia della scrittura latina (dal VII sec. a.C alla introduzione della stampa)
Il corso si propone di presentare in una estrema sintesi il lunghissimo percorso storico-evolutivo della scrittura in alfabeto latino, le diverse tipologie grafiche che si susseguono nel tempo, i problemi metodologici relativi alla loro lettura, datazione, interpretazione, funzione storica e significato sociale. Una selezione di tavole relative alle tipologie grafiche trattate sarà scaricabile dalla pagina personale della docente in Didattica Web. Il modulo A è propedeutico al modulo B.

Testi adottati: 

A. Petrucci, Breve storia della scrittura latina, Roma, Bagatto Libri, 1992;
A. Petrucci, Prima lezione di Paleografia, Roma-Bari, Laterza, 2002;
P. Cherubini – A. Pratesi, Paleografia latina. L’avventura grafica del mondo occidentale, Città del Vaticano, Scuola Vaticana di Paleografia, Diplomatica e Archivistica, 2010, pp. 1-21 (= par. 1-2).
 
Gli studenti di laurea magistrale che non abbiano mai sostenuto un esame di Paleografia latina e che, dunque, frequentano il corso dedicato alla laurea triennale, aggiungeranno un volume a scelta, secondo i loro interessi, tra i seguenti:
 
            G. Cavallo, Testo, libro, lettura, in Lo spazio letterario di Roma antica, II: La circolazione del testo, Roma, Salerno ed., 1989, pp. 307-341;
            A. Petrucci, La concezione cristiana del libro fra VI e VII secolo, «Studi Medievali», s. III, XIV, 1973, pp. 961-984 (rist. anche in: Libri e lettori nel Medioevo. Guida storica e critica, a cura di G. Cavallo, Bari, Laterza, 1977, pp. 3-26 e 233-238 e in: Scrivere e leggere nell’Italia medievale, a cura di C.M. Radding, Milano, Bonnard, 2007, pp. 43-63);
            A. Petrucci, Il libro manoscritto, in Letteratura italiana, II: Produzione e consumo, Torino, Einaudi, 497-524.

Inglese
Prerequisites: 

Basic knowledge in Medieval history and Latin.

Aims: 

Students should become acquainted with the methododology and the general purpose of the discipline; and should be able to identify the most important passages in the history of the Latin alphabet up to the introduction of print.

Programme: 

A Short  History of Latin Script (from VII century B.C. to the introduction of print)
The course aims at introducing students to the history of Latin script, its development and evolution from classical times to the introduction of print and to the methodology that is connected with the subject: how does one read,  date and interpret written sources (books, documents, inscriptions) and assess their historical and social meanings. Specimens of the scripts being studied will be available on the teacher’s personal page on Didattica Web. Module A prepares for module B.

Texts adopted: 

A. Petrucci, Breve storia della scrittura latina, Roma, Bagatto Libri, 1992;
A. Petrucci, Prima lezione di Paleografia, Roma-Bari, Laterza, 2002;
P. Cherubini – A. Pratesi, Paleografia latina. L’avventura grafica del mondo occidentale, Città del Vaticano, Scuola Vaticana di Paleografia, Diplomatica e Archivistica, 2010, pp. 1-21 (= par. 1-2).
 
Advanced students should add one text from the list below:
 
            G. Cavallo, Testo, libro, lettura, in Lo spazio letterario di Roma antica, II: La circolazione del testo, Roma, Salerno ed., 1989, pp. 307-341;
            A. Petrucci, La concezione cristiana del libro fra VI e VII secolo, «Studi Medievali», s. III, XIV, 1973, pp. 961-984 (rist. anche in: Libri e lettori nel Medioevo. Guida storica e critica, a cura di G. Cavallo, Bari, Laterza, 1977, pp. 3-26 e 233-238 e in: Scrivere e leggere nell’Italia medievale, a cura di C.M. Radding, Milano, Bonnard, 2007, pp. 43-63);
            A. Petrucci, Il libro manoscritto, in Letteratura italiana, II: Produzione e consumo, Torino, Einaudi, 497-524.

Modalità di erogazione: 
Tradizionale
Frequenza: 
Consigliata
Valutazione: 
Prova orale
Anno Accademico: 
2017-2018
Ore: 
30
CFU: 
6