Presentazione Lettere

Tu sei qui

Classe di laurea
L-10 Lettere
Facoltà del corso
LETTERE e FILOSOFIA
 
[ MODIFICARE! Presidente del Corso di  Laurea : Prof. Valerio Casadio
E mail: casadio@lettere.uniroma2.it ]
 
Obiettivi formativi qualificanti della classe
I laureati nei corsi di laurea della classe devono:

  • possedere una solida formazione di base, metodologica e storica, negli studi linguistici, filologici e letterari;
  • possedere la conoscenza essenziale della cultura letteraria, linguistica, storica, geografica ed artistica dell'età antica, medievale e moderna, con conoscenza diretta di testi e documenti in originale;
  • possedere la piena padronanza scritta e orale di almeno una lingua dell'Unione Europea, oltre l'italiano;
  • essere in grado di utilizzare i principali strumenti informatici e della comunicazione telematica negli ambiti specifici di competenza.

Sbocchi occupazionali e attività professionali previsti dai corsi di laurea sono in enti pubblici e privati, nel campo dell'editoria e nelle istituzioni che organizzano attività culturali o operano nel campo della conservazione e della fruizione dei beni culturali; i laureati della classe potranno in particolare svolgere attività lavorative che richiedano specifiche conoscenze teoriche e metodologiche coerenti con il percorso didattico seguito.
Gli atenei organizzeranno, in accordo con enti pubblici e privati, gli stages e i tirocini più opportuni per concorrere al conseguimento dei crediti richiesti per le "altre attività formative" e definiranno ulteriormente, per ogni corso di laurea, gli obiettivi formativi corrispondenti a specifici profili professionali.
 
Obiettivi formativi specifici
Il Corso di Laurea in "Lettere" fornisce ai laureati una conoscenza di base negli ambiti letterario, linguistico, storico, geografico e storico-artistico; li mette inoltre in grado di utilizzare, in forma scritta e orale, oltre all'italiano, anche un'altra lingua dell'Unione Europea, e di padroneggiare strumenti e metodologie informatiche, in particolare riferimento alle loro applicazioni in ambito umanistico.
La preparazione di base è garantita, in particolare, dagli insegnamenti comuni al Corso di laurea, dai quali lo studente otterrà una buona preparazione istituzionale negli ambiti della Linguistica, della Letteratura italiana, della Storia della lingua italiana, della Letteratura latina e della Geografia.
Nell'ambito dell'insegnamento di Letteratura latina è inclusa l'acquisizione di una conoscenza elementare della lingua latina, che consentirà al laureato un accesso diretto ai testi letterari e ai documenti scritti in questa lingua.
L'obbligo di sostenere un esame da 12 CFU in una delle discipline storiche di base assicura l'acquisizione della metodologia della ricerca storica.
Obiettivi formativi specifici sono correlati ai diversi curricula, tramite i quali lo studente può optare fra un livello di maggiore approfondimento di una degli ambiti di base indicati, o per una formazione di base finalizzata agli sbocchi professionali previsti dal Corso.
Oltre alle conoscenze di base negli ambiti indicati, il Corso di propone di far maturare nello studente un'attitudine alla lettura critica di un documento, sia scritto sia iconografico e sia in termini formali sia di contenuto e renderlo in grado di avere una prima visione chiara e coerente delle diverse modalità (filologica, linguistica, storica, iconografica, etc.) con cui studiare il documento stesso le sue eventuali possibilità di connessione.
Inoltre, al termine di questo ciclo di studi lo studente dovrebbe possedere, in termini di nozioni generali e di capacità di ricerca bibliografica, gli strumenti per contestualizzare e approfondire temi e problematiche di àmbito umanistico che gli si presentino per la prima volta.
 
Sbocchi occupazionali e professionali previsti per i laureati (Decreti sulle Classi, Art. 3, comma 7)
Il laureato in Lettere, per l'ampia formazione e la flessibilità intellettuale acquisita, possiede le competenze di base e metodologiche per procedere ad una specializzazione nell'ambito di una Laurea Magistrale oppure per accedere ai sbocchi professionali per i quali sono utilizzabili le capacità acquisite.
Sbocchi individuabili negli ambiti dell'editoria e dell'industria culturale, del giornalismo, previo superamento delle prove previste per l'accesso al tirocinio e all'esame di iscrizione all'Albo, in istituzioni quali archivi, biblioteche, centri culturali, fondazioni e comunque nel settore dei servizi culturali.
In particolare, i curricula "Comunicazione letteraria e multimediale" e "Informatica per le scienze del linguaggio e del testo" forniscono competenze immediatamente utilizzabili per servizi informatici in ambito umanistico e organizzazione di servizi culturali.
Una possibile evoluzione in ambito professionale è nel campo delle pubbliche relazioni.