Tu sei qui

Regolamento - SdR

1. Funzioni della Struttura di Raccordo

Ai sensi dell’articolo 2, comma 2, lettera c) della Legge 240/10 e dell’art. 9, n. 4, del Regolamento  delle  strutture  didattiche  e  di  ricerca  è  istituita  la  Struttura  di  Raccordo  della macroarea di Lettere e Filosofia, con funzioni circoscritte al coordinamento e alla razionalizzazione delle attività didattiche dei corsi di studio della medesima macroarea, nonché alla gestione dei servizi e degli spazi comuni, in accordo con i Direttori dei rispettivi Dipartimenti. Resta esclusa la competenza della Struttura relativamente all’attivazione o soppressione dei corsi di studio e a qualsiasi ambito diverso da quelli sopra indicati.

2. Organizzazione della Struttura

La Struttura è gestita da un Comitato di coordinamento dalla durata triennale e composto:

a) dai direttori pro tempore dei Dipartimenti afferenti alla macroarea;

b) da tre docenti a tempo pieno operanti nella macroaerea designati da ciascun Consiglio dei Dipartimenti afferenti (dei quali preferibilmente almeno uno sia Coordinatore di corso di studio e un secondo membro della Giunta di Dipartimento);

c) da uno dei rappresentanti eletti dagli studenti in ciascun Consiglio di Dipartimento,quindi con due rappresentanti degli studenti, uno per Dipartimento, individuato dai rappresentanti stessi;

d) dal manager didattico.

I componenti del Comitato durano in carica tre anni accademici.

Il Comitato elegge al proprio  interno un Coordinatore, tra i docenti della struttura, con esclusione dei Direttori di Dipartimento.

3. Compiti della struttura

La Struttura si occupa di:

a) predisporre il manifesto annuale degli studi, in base alle proposte presentate dai Consigli dei corsi di laurea afferenti e approvate dai rispettivi Consigli di Dipartimento;

b) predisporre bandi di insegnamento deliberati dai Dipartimenti per i corsi di laurea e di laurea magistrale attivati nella macroarea;

a) organizzare e gestire i test di accesso libero e a numero programmato;

d) disporre bandi e avvisi di vario tipo destinati agli studenti (per le attività di tutorato, per la concessione del part-time, per l’assegnazione di fondi premiali ecc.);

e) gestire i servizi destinati agli studenti, con particolare riferimento a: compilazione on line dei piani di studio; mobilità (Erasmus);  orientamento (organizzazione di attività di orientamento in entrata e in uscita); stage e tirocini (curriculari e post-laurea); tutorato.

 

f)  coordinare l’utilizzo delle strutture, delle dotazioni, degli spazi e dei servizi comuni per la didattica, nonché segnalare agli organi di governo ogni necessità o carenza in merito;

g) regolamentare la concessione in uso di aule e spazi della macroarea;

h) fornire indicazioni e formulare proposte per l’aggiornamento dei siti web dei Dipartimenti afferenti, con particolare riguardo al sistema integrato di informazioni destinate agli studenti della macroarea;

i) gestire, su delega dei Dipartimenti, questioni interdipartimentali di organizzazione didattica.

4. Supporto tecnico-amministrativo

Il supporto tecnico-amministrativo a tutte   le attività derivanti dalle competenze della Struttura  è fornito dal personale appositamente destinato a questo scopo, secondo il modello organizzativo adottato dai Dipartimenti della macroarea e dagli altri organi preposti dell’Ateneo. Ove necessario potrà inoltre essere utilizzato  personale esterno retribuito con eventuali fondi a ciò destinabili e non gravanti sul bilancio centrale dell’Ateneo.

La responsabilità del supporto tecnico-amministrativo è assunta da un funzionario designato dall’Amministrazione centrale, sentito il Comitato di coordinamento tra il personale di cui al comma 1 del presente articolo, e che, per  tale  sua funzione, assume la qualifica di manager didattico.

Per lo svolgimento delle attività sopra elencate la Struttura interagisce regolarmente con i Consigli dei corsi di studio, con la Segreteria Studenti e con le altre strutture didattiche e amministrative afferenti alla macroarea, avvalendosi della loro consulenza e, in tutti i casi in cui sia necessario, del loro intervento diretto.

5. Valutazione e accreditamento

Le attività connesse all’autovalutazione, valutazione e accreditamento dell’offerta didattica (AVA), coerentemente con le normative di riferimento in vigore e con le indicazioni degli organi di governo dell’Ateneo, sono di competenza dei Dipartimenti. La Struttura peraltro collabora per tali attività, sul piano meramente operativo, con i Dipartimenti afferenti, nonché con i Consigli di corso di studio e con la Commissione paritetica, promuovendo le iniziative di lavoro comune di volta in volta necessarie anche attraverso specifici gruppi di lavoro.

AllegatoDimensione
PDF icon Regolamento Struttura di raccordo.pdf72.13 KB