Drammaturgia antica - 2016-2017 - Modulo A

Tu sei qui

Anno Accademico: 
2016-2017
Primo semestre
Italiano
Obiettivi: 

Inquadrare il fenomeno del teatro antico all'interno del suo contesto storico-politico e culturale - Riconoscere le forme e la funzione dello spettacolo nella Grecia antica - Riconoscere le peculiarità del teatro attico - Individuare continuità e discontinuità tra il teatro attico e il teatro romano - Individuare la forma, la struttura e le tecniche drammaturgiche di un testo drammatico antico. 

 

Programma: 

Il teatro in Grecia. Contesto storico e culturale delle rappresentazioni tragiche e comiche ad Atene. L'edificio teatrale e le convenzioni drammaturgiche del teatro greco.
La tragedia attica del V sec. a.C.: Eschilo, Sofocle, Euripide.
La commedia attica del V sec.: Aristofane.
La commedia nuova: Menandro.
Il teatro a Roma. Contesto storico e culturale degli spettacoli in ambito romano.
Plauto, Terenzio, Seneca.
È richiesta la lettura, in traduzione italiana, dei seguenti drammi:
Eschilo, Orestea (Agamennone, Coefore, Eumenidi)
Sofocle, Antigone
Euripide, Medea
Aristofane, Rane
Un dramma a scelta fra: Menandro, La donna di Samo, Plauto, Anfitrione, Terenzio, La suocera, Seneca, Medea

 

Testi adottati: 

M. Di Marco, La tragedia greca. Forma, gioco scenico, tecniche drammatiche, Roma (Carocci) 20092 (I edizione 2000).
E. Adriani, Storia del teatro antico, Roma (Carocci) 2005 (da pp. 81 ss. fino alla fine)

Per la lettura dei drammi indicati nel programma si consiglia di utilizzare edizioni della collana Classici greci e latini della Biblioteca Universale Rizzoli. È indispensabile in ogni caso evitare traduzioni antiquate e prive di note di commento.

Inglese
Aims: 

To focus the role of ancient drama in the political and cultural context - To recognize the forms and the aims of performance in ancient Greece - To recognize the distintive features of Attic theatre - To identify the connections and differences between Greek and Roman theatre - To analyse a tragic text, aiming to form, structure and dramatic delivery.

 

Programme: 

Drama in Ancient Greece. Tragedy and comedy in historic and social context at Athens. Theater and dramatic conventions in Greece.
Attic tragedy in 5 cent. B.C. (Aeschylus, Sophocles, Euripides). Ancient Attic Comedy (Aristophanes). New Comedy (Menander).
Drama in Ancient Rome. Plautus, Terentius, Seneca. 

Ancient dramas that you have to read:
Aeschylus' Oresteia (Agamemnon, Choephoroi, Eumenides)
Sophocles' Antigones
Euripides' Medea
Aristophanes' Frogs
One drama between: Menander's Samia, Plautus' Amphitryon, Terentius' Hecyra, Senecas Medea
 

Texts adopted: 

M. Di Marco, La tragedia greca. Forma, gioco scenico, tecniche drammatiche, Roma (Carocci) 20092 (I edizione 2000).
E. Adriani, Storia del teatro antico, Roma (Carocci) 2005 (da pp. 81 ss. fino alla fine)

 

Modalità di erogazione: 
Tradizionale
Frequenza: 
Facoltativa
Valutazione: 
Prova orale
Altre informazioni
Altre informazioni: 

Le lezioni inizieranno il 4 ottobre e termineranno il 20 dicembre 2016, secondo il seguente orario:
Mart. 15/17 in aula T28
Ven. 15/17 in aula T30
Alle normali ore di lezione (30 ore) quest'anno saranno affiancate ore dedicate alla lettura condivisa dei drammi la cui conoscenza è richiesta per l'esame, secondo un calendario che sarà comunicato tempestivamente, a cura del Salotto di lettura collettiva "Vietato l'ingresso" (https://www.facebook.com/vietatolingresso/). La partecipazione alla lettura è assolutamente libera e facoltativa, e aperta a chiunque sia interessato, indipendentemente dal corso di drammaturgia antica.
 

Docente: