Geografia delle lingue

Tu sei qui

Anno Accademico: 
2016-2017
Secondo semestre
Italiano
Obiettivi: 

Il corso di Geografia delle Lingue si propone di affrontare lo studio del rapporto fra le lingue, le società e i territori, con l'obiettivo di fornire agli studenti degli strumenti per una migliore comprensione di eventi conclusi (alcune affermazioni identitarie) o ancora in fase di sviluppo (la globalizzazione).

Lezioni frontali - integrate da presentazioni powerpoint - saranno messe a disposizione degli studenti sul sito.

L'obiettivo del corso è quello di dare allo studente una comprensione delle lingue come carattere etnico distintivo degli individui e come elemento qualificante del legame interno delle diverse comunità umane. 

Quindi, alla fine del percorso, lo studente dovrebbe aver acquisito conoscenze in merito alla ripartizione regionale delle lingue in Europa e dovrebbe essere in grado di comprendere i mutamenti di estensione dei diversi idiomi nel tempo e nello spazio, le politiche linguistiche sviluppate nei diversi contesti regionali e, infine, i processi di acculturazione e di deculturazione in atto.

Per gli studenti che frequentano le lezioni, la prova d'esame è volta a verificare la comprensione dei diversi fenomeni geografici, sociali, linguistici e culturali descritti nel corso delle lezioni, introdotti sia attraverso le lezioni frontali del docente sia attraverso i lavori svolti e presentati direttamente dagli studenti e discussi in classe. 

La metodologia didattica adottata infatti, prevede che lo studente sia parte attiva del processo di apprendimento e quindi si cercherà di stimolare la riflessione personale sui fenomeni studiati, sia in classe, dove la partecipazione alla discussione sugli argomenti trattati è considerato un elemento fondamentale sia durante la prova d'esame, nel corso della quale lo studente verrà invitato a proporre riflessioni proprie ed esempi volti a spiegare gli aspetti teorici studiati. 

Inoltre, la valutazione non potrà non tener conto delle abilità comunicative dello studente, a cui è richiesta non solo un'appropriata conoscenza dei contenuti del corso ma anche l'appropriatezza di linguaggio necessaria a dimostrare di aver compreso e interiorizzato i temi della disciplina.

Coloro che frequentano seguiranno sui testi indicati, ma faranno due esoneri basandosi su quanto effettivamente affrontato a lezione.

Per gli studenti non frequentanti la prova d'esame è volta a verificare la comprensione dei fenomeni geografici, sociali, linguistici e culturali studiati sui testi d'esame. Durante la prova d'esame lo studente verrà anche invitato a proporre riflessioni proprie sui fatti geografici inerenti al corso, anche attraverso l'utilizzo di esempi volti a spiegare gli aspetti teorici studiati. La valutazione inoltre non potrà non tener conto delle abilità comunicative dello studente, a cui è richiesta non solo un'appropriata conoscenza dei contenuti del corso ma anche quella appropriatezza di linguaggio necessaria a dimostrare di aver compreso e interiorizzato i temi della disciplina.

 

Programma: 

Una volta illustrati i metodi e le finalità della Geografia delle lingue, verranno analizzate la classificazione e la distribuzione delle principali lingue nel mondo, nonché la loro diffusione ed evoluzione nello spazio e nel tempo, e saranno approfonditi gli aspetti legati al rapporto della lingua con la cultura (etnia e lingua, lingua e società) e con l' azione politica (i processi di acculturazione e de-culturazione; l' espansione, la contrazione e la scomparsa delle lingue; le politiche linguistiche). 

Verrà poi esaminata più in dettaglio la geografia delle lingue nazionali e minoritarie in Europa.

In particolare si approfondirà il caso della rinascita del Gaelico e della lingua Basca e le politiche identitarie sul confine orientale dell'Europa.

Infine sarà analizzato l'impatto del social network sulle principali aree lingustiche. 

Testi adottati: 

Russo Krauss D., Lingue e Spazi, Roma, Aracne, 2011 - Cap. I, II, IV e V.

Martel F., SMART: inchiesta sule reti, Roma, Feltrinelli, 2014 - Cap. I, II, III, IV e VII.

Santangelo S., GERUSSIA. L'orizzonte infranto della geopolitica europea, Castelvecchi, Roma, 2016 - Cap. V.

Modalità di erogazione: 
Tradizionale
Frequenza: 
Facoltativa