Geografia storica e fondamenti del pensiero geografico - 2016-2017 - Modulo A - Beni Culturali

Tu sei qui

Anno Accademico: 
2016-2017
Primo semestre
Italiano
Prerequisiti: 

È indispensabile avere una conoscenza di base delle principali tematiche inerenti la Geografia umana e la storia delle trasformazioni territoriali che hanno caratterizzato il nostro paese nel corso dei secoli.

Obiettivi: 

Il corso intende fornire la metodologia di base per imparare a individuare le principali caratteristiche strutturali e formali dei paesaggi europei, sulla base di una corretta conoscenza e interpretazione delle fonti.

Programma: 

Il corso intende prendere in considerazione l’apparato teorico-metodologico nell’ambito del quale s’inquadra la disciplina, per comprenderne la formazione e il percorso evolutivo. Un’attenzione particolare sarà rivolta allo studio della geografia storica francese, in virtù della quale individuare gli elementi fondamentali per una più ampia e significativa definizione dell’approccio geo-storico in Italia. Di qui la necessità di indagare in modo puntuale le fasi che più hanno caratterizzato l’indagine geo-storica nel nostro paese.

In tale prospettiva, s'intende approfondire lo studio delle fonti e strumenti privilegiati dalla disciplina, specialmente la cartografia storica. L'analisi delle carte geografiche del passato, se opportunamente indagate, consente di far emergere, laddove possibile, il quadro storico-politico, il clima soci-culturale, le ragioni della committenza, i motivi della produzione ecc. Il testo cartografico diventerà, dunque, strumento di lettura dei processi territoriali e di pianificazione del territorio.

 

Testi adottati: 

Per i frequentanti - Dispensa, disponibile su didattica web, che raccoglie una serie di contributi: Gambi L., Questioni di geografia, Napoli, Edizioni scientifiche italiane, 1964, pp. 17-50; idem, I valori storici dei quadri ambientali, in Storia d'Italia, I. I caratteri originari, Torino, Einaudi, 1972, pp. 5-60; idem, Una geografia per la storia, Torino, Einaudi, 1973; Baker A. R. H. (a cura di), Geografia storica: tendenze e prospettive (ediz. italiana a cura di Paola Sereno), Milano, Franco Angeli, 1981 (introduzione e sesto capitolo). - Altro materiale fornito dal docente. Per i non frequentanti - L. Rombai, Geografia storica d’Italia. Ambienti, territori, paesaggi, Firenze, Le Monnier, 2008. - L. Spagnoli, Rappresentare e “agire” il paesaggio tra sostenibilità e nuove progettualità. Un itinerario geografico, Cagliari, CNR, 2012 (digitale). - Dispensa a cura del docente.

Inglese
Prerequisites: 

The student must have a basic knowledge of the principal topics of human Geography and about the history of the territorial transformations that have characterized our Country during the centuries.

Aims: 

The course provides the basic methodology for identifying the main structural and formal features’ European landscapes, basing on a proper interpretation of the sources.

Programme: 

The course gives the theoretical-methodological approach of the Historical Geography, in order to know its definitive consolidation in Italy. It is also important to understand the principal sources and tools privileged by the discipline. Particular attention is given to the cartography. Studying the historical maps allows us to bring out, if it is possible, historical and political frame, social and cultural enviroment, reasons of the buyers and production.

Texts adopted: 

For the students attending the course: - Educational material provided by the teacher: Gambi L., Questioni di geografia, Napoli, Edizioni scientifiche italiane, 1964, pp. 17-50; idem, I valori storici dei quadri ambientali, in Storia d'Italia, I. I caratteri originari, Torino, Einaudi, 1972, pp. 5-60; idem, Una geografia per la storia, Torino, Einaudi, 1973; Baker A. R. H. (a cura di), Geografia storica: tendenze e prospettive (ediz. italiana a cura di Paola Sereno), Milano, Franco Angeli, 1981 (introduzione e sesto capitolo). For the students who don’t attend the course: - L. Rombai, Geografia storica d’Italia. Ambienti, territori, paesaggi, Firenze, Le Monnier, 2008. - L. Spagnoli, Rappresentare e “agire” il paesaggio tra sostenibilità e nuove progettualità. Un itinerario geografico, Cagliari, CNR, 2012 (digitale). - Educational material provided by the teacher

Modalità di erogazione: 
Tradizionale
Frequenza: 
Facoltativa
Valutazione: 
Prova orale
Altre informazioni
Altre informazioni: 

SI AVVISANO GLI STUDENTI CHE LE DISPENSE DEL CORSO DI BASE DI GEOGRAFIA SONO DISPONIBILI SULLA PAGINA DI LETTERE DI FRANCO SALVATORI (GEOGRAFIA A, 2016/17).

 

SI AVVISANO GLI STUDENTI FREQUENTANTI CHE I FILES RELATIVI ALLA LEZIONE DI SUSANNA PASSIGLI SONO DISPONIBILI SULLA PAGINA DELLA DIDATTICA WEB.

 

SI AVVISANO GLI STUDENTI FREQUENTANTI CHE IL MATERIALE DIDATTICO E' DISPONIBILE IN PARTE SULLA PRESENTE PAGINA E LA RESTANTE PARE SULLA DIDATTICA WEB (A.A. 2016/17). SI FA PRESENTE, INOLTRE, CHE IL MATERIALE DIDATTICO A DISPOSIZIONE VA STUDIATO, IN QUANTO PARTE INTEGRATIVA DELLE TEMATICHE OGGETTO DEL CORSO.

 

lE LEZIONI SARANNO SVOLTE OGNI:

LUNEDI' 9:00-11:00 AULA T12A

MERCOLEDI' 10:00-12:00 AULA T12B

VENERDI' 11:00-13:00 T12B

Docente: