Glottodidattica - 2015-2016

Tu sei qui

Anno Accademico: 
2015-2016
Secondo semestre
Italiano
Prerequisiti: 

la frequenza di un corso di linguistica generale potrebbe essere di aiuto alla comprensione dei contenuti e alla partecipazione attiva degli studenti

Obiettivi: 

Presentare la disciplina della glottodidattica e i suoi strumenti, per un ausilio teorico e pratico nell’insegnamento delle lingue straniere.

Programma: 

Il corso affronterà principalmente alcuni argomenti fondamentali che serviranno ad introdurre gli studenti alla glottodidattica, partendo dalla loro conoscenza e dal loro apprendimento linguistico, per arrivare ad una riflessione personale e condivisa su come si insegnano le lingue straniere e su come si potrebbero insegnare.
Gli argomenti affrontati in modo dialogico ed interattivo saranno: che cos’è la didattica delle lingue? Teorie della glottodidattica. Approcci, metodi, tecniche. Competenza in lingua straniera. Abilità. Contesto di apprendimento. Obiettivi didattici. Materiali didattici. Fabbisogni. Biografia linguistica. Approccio interculturale. Quadro di riferimento europeo per l’apprendimento delle lingue. Portfolio. Nuove tecnologie.
Il corso prevede una partecipazione attiva da parte di studentesse e studenti. Prima di affrontare infatti le tematiche generali dell’apprendimento e insegnamento delle lingue straniere si partirà dalle esperienze di acquisizione linguistica dei singoli, attraverso lo strumento della biografia linguistica. Sulla base delle discussioni e delle esperienze si affronteranno le concezioni di metodi e approcci, con riferimento alle principali teorie a cui si ispirano e alle diverse discipline che interessano il settore della glottodidattica.
Verranno inoltre affrontati concetti come quello di competenza in lingua straniera, abilità linguistica, bisogni dell’apprendente, contesto di apprendimento, obiettivi e scelta di materiali didattici. La seconda parte del corso, più applicativa, affronterà le recenti tendenze nell’apprendimento e nell’insegnamento delle lingue straniere approfondendo in particolare:
• approccio interculturale
• quadro di riferimento europeo
• portfolio
• nuove tecnologie.
Le modalità didattiche del corso prevedono una partecipazione attiva degli studenti, con approccio seminariale, lavoro di coppia e di gruppo, ed una disponibilità alla riflessione sul proprio percorso di apprendimento e di acquisizione delle lingue straniere e seconde.



 

Testi adottati: 
  • 1.  (A) M. Chini, C. Bosisio, Fondamenti di glottodidatticca, Roma, Carocci, 2014
  • 2.  (A) C. SERRA BORNETP C'era una volta il metodo Carocci 1998 » Pagine/Capitoli: Introduzione
  • 3. (A) C. Bosisio, Il docente di lingue in Italia, Linee guida per una formazione europea, Le Monnier 2010
  • 4.  (C) Consiglio d’Europa, Quadro comune europeo di riferimento per le lingue: apprendimento, insegnamento, valutazione, La nuova Italia-Le Monnier, 2002
  • 5.  (C) T. BARBERO, CLEGG J. Programmare percorsi CLIL Carocci 2008

A (adottati) C (consigliati)

Modalità di erogazione: 
Tradizionale
Frequenza: 
Facoltativa
Valutazione: 
Prova orale
Valutazione in itinere