Metodologia e critica dello spettacolo - 2015-2016 - Musica e Spettacolo

Tu sei qui

Anno Accademico: 
2015-2016
Italiano
Prerequisiti: 

Conoscenza di base della disciplina corrispondente a un modulo da 6 CFU nell'ambito di una laurea triennale. Competenza di base nella lingua inglese (lettura).

Obiettivi: 

Capacità di analisi e interpretazione di processi spettacolari e comunicativi caratterizzati da ideazione e realizzazione complesse e appartenenti a specifici contesti storici, sociali e culturali. Esperienza diretta di analisi di documenti (testi a stampa, immagini, materiali sonori) ed esposizione critica orale degli esiti del lavoro individuale dinanzi ai partecipanti del corso

Programma: 

Il teatro, la voce, la radio
Il corso intende indagare la storia dei rapporti fra teatro e radio, in particolare nel contesto italiano del Novecento, fra storia fenomenologica, approfondimenti teorici e analisi di documenti sonori.
 
 

Testi adottati: 

1. R. ARNHEIM, La radio, l'arte dell'ascolto, Roma, Editori Riuniti - 2. R. SACCHETTINI, La radiofonica arte invisibile. Radiodramma italiano prima della televisione, Titivillus, 2011 - 3. R. MONTELEONE, Per sola voce. Il radiodramma nel Novecento italiano, in Storia del teatro moderno e contemporaneo. Avanguardie e utopie del teatro. Il Novecento , a cura di Roberto Alonge e Guido Davico Bonino, vol. III, Einaudi, Torino 2001, pp.1175-1198 - Dispense caricate sul sito del docente. Un volume a scelta fra: a. DE BENEDICTIS, Radiodramma e arte radiofonica. Storia e funzioni della musica per radio in Italia, EDT, 2004 - b. V. VALENTINI, Drammaturgie sonore. Teatri del secondo novecento, Bulzoni, 2012 - Durante le lezioni saranno indicati gli “ascolti” di opere radiofoniche obbligatorie.

Inglese
Aims: 

Analysis of spectacular processes that are complex both in the planning and realisation stages. Direct experience of examining sources. 

Programme: 

Theatre, voice, radio

Modalità di erogazione: 
Tradizionale
Frequenza: 
Facoltativa
Valutazione: 
Prova orale