Metodologia e storia della critica letteraria - 2016-2017

Tu sei qui

Anno Accademico: 
2016-2017
Primo semestre
Italiano
Prerequisiti: 

Non sono richiesti particolari pre-requisiti.
Ma per chi verificasse lacune nella propria preparazione liceale a proposito della letteratura italiana del XIV secolo, si consiglia la lettura di:
A. Asor Rosa, Genus italicum, Torino, Einaudi, 1997  (limitatamente ai capitoli: “La fondazione del laico”, pp. 33-142, e  “Decameron” di Giovanni Boccaccio”, pp. 143-253); oppure di:
A. Asor Rosa, Breve storia della letteratura italiana, vol. I. L’Italia dei comuni e degli Stati, Torino, Einaudi, 2013  (limitatamente al capitolo 4: “Apogeo e crisi della civiltà comunale”, pp. 84-142.
È fortemente richiesta a tutti la lettura del  Decameron, in qualsiasi buona edizione integrale (edizioni consigliate: G. Boccaccio, Decameron, a cura di Vittore Branca, Torino, Einaudi 1977 (e  successive riedizioni); oppure:  G. Boccaccio, Decameron, a cura di A. Quondam- M.  Fiorilla- G.Alfano, Milano, Rizzoli, 2013.

 

Programma: 

Nella prima parte il corso considererà la figura e l’opera di Boccaccio, a partire dall’analisi della ricca disponibilità degli autografi boccacciani e delle loro caratteristiche.
Saranno poi prese in esame le principali edizioni di Boccaccio, fino alla pubblicazione di Tutte le opere, a cura di Vittore Branca e della sua Scuola.
Infine ci si soffermerà particolarmente sui tentativi di utilizzare le nuove tecnologie informatiche per l’edizione critica. Per far questo sarà necessario soffermarsi sui problemi, teorici e pratici, dell’informatica umanistica e sulle sue potenzialità.
Come è nella natura dell’Università, che lega la ricerca alla didattica, ci si baserà sul lavoro di edizione informatica dell’autografo Zibaldone Laurenziano, attualmente in corso d’opera da parte del Docente.
Dato il carattere del corso che ruoterà su un effettivo lavoro critico-filologico in corso, l’assidua frequenza è vivamente consigliata.
Per gli studenti che si trovassero nell’impossibilità di frequentare  saranno previste letture integrative da concordare caso per caso con il Docente.
A tal fine i non-frequentanti che vorranno sostenere l’esame dovranno prendere personalmente contatto con il Docente almeno 30 giorni prima della data prevista per il loro esame.

Testi adottati: 

1) R. Mordenti, “Nani sulle spalle di giganti”. Prospettive e problemi per l'edizione critica digitale dello Zibaldone Laurenziano (Plut. XXIX,8), in * Annuario delle attività 2012. Contributi del Centro Linceo Interdisciplinare ‘Beniamino Segre’, n. 141, Roma, Accademia Nazionale dei Lincei-Scienze e Lettere Editore Commerciale, 2014 (ma 2015), pp.367-410.
2) M. Cursi, La scrittura e i libri di Giovanni Boccaccio, Roma, Viella, 2013;
3) T. Orlandi, Informatica testuale. Teoria e prassi, Roma-Bari, Laterza, 2010; oppure, in alternativa: T. Numerico- D. Fiormonte- F. Tomasi, L’umanista digitale, Bologna, Il Mulino, 2010.
4) R. Mordenti, Saggi di critica della letteratura, Roma, Bordeaux Edizioni, 2017

Modalità di erogazione: 
Tradizionale
Frequenza: 
Facoltativa
Valutazione: 
Prova orale
Docente: