Storia del cinema italiano - 2016-2017

Tu sei qui

Anno Accademico: 
2016-2017
Primo semestre
Italiano
Prerequisiti: 

Conoscenza non specialistica del cinema contemporaneo e italiano in particolare

Obiettivi: 

Acquisire significative conoscenze nel campo del cinema e dell'audiovisivo, e in particolare del cinema italiano

Programma: 

Il corso " GLI ANNI D'ORO DEL CINEMA ITALIANO: DAL NEOREALISMO AGLI ANNI SETTANTA" si propone di ripercorrere attraverso l'analisi e la visione (obbligatoria) di 15 film chiave le principali linee di sviluppo della cinema italiano dal Neorealismo sino alla prima grande crisi alla metà degli anni Settanta.

Programma (provvisorio) per frequentanti e non frequentanti:

1)  Parte generale

-     “Slide del Corso” (saranno disponibili prima di Natale sul mio sito)
-     Gian Piero Brunetta, Guida alla storia del cinema italiano 1905-2003, Einaudi, pp. 127-303
 2)  Approfondimento a scelta di uno trai seguenti libri:
- Antonio Medici, Il neorealismo, (di prossima ristampa)
- Stefania Parigi,  Neorealismo. Il nuovo cinema del dopoguerra, Marsilio
 - Lino Miccichè, Il cinema italiano: gli anni '60 e oltre, Marsilio
-   Mariapia Comand, Commedia all'italiana, Il Castoro 
-   Alberto Pezzotta, Il western italiano, Il Castoro
-  Giovanni Spagnoletti/Antonio V.Spera , Risate all'italiana. Il cinema di commedia dal secondo dopoguerra ad oggi, UniversItalia
3)   Conoscenza dei seguenti 15 film riguardanti l’argomento del corso: 
- Roma città aperta (Roberto Rossellini, 1945)      
-  Ladri di Biciclette  (Vittorio De Sica, 1948)  da recuperare
-  Senso  (Luchino Visconti, 1954)
-  Dolce Vita (Federico Fellini, 1960)
-  Vangelo secondo Matteo (Pier Paolo Pasolini 1963)
-  I pugni in tasca  (Marco Bellocchio, 1964)
-  La battaglia di Algeri  (Gillo Pontecorvo, 1966)
-  Il buono, il brutto, il cattivo (Sergio Leone, 1966)
-   I soliti ignoti  (Mario Monicelli, 1958)
-   Il sorpasso (Dino Risi, 1962)
- Blow-Up  (Michelangelo Antonioni, 1967)
-  Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto (Elio Petri, 1970)
-  Il conformista (Bernardo Bertolucci, 1970)
-  La grande abbuffata (Marco Ferreri, 1973)
-   Cadaveri eccellenti   (Francesco Rosi, 1976)
Sugli gli argomenti portati, possono (non devono) essere fatte delle tesine di circa 10.000 caratteri (spazi esclusi) che vanno consegnate SU CARTA (e non via email) IMPROROGABILMENTE ALMENO UNA SETTIMANA PRIMA DELL’ ESAME
Previo accordo con il docente, si possono portare dei testi alternativi rispetto a quelli indicati

Modalità di erogazione: 
Tradizionale
Frequenza: 
Facoltativa
Valutazione: 
Prova orale