Storia della filosofia medievale - 2016-2017

Tu sei qui

Anno Accademico: 
2016-2017
Primo semestre
Italiano
Prerequisiti: 

Nessuno

Obiettivi: 

Il corso introduce gli studenti alle conoscenze di base nonché alle specificità linguistiche e metodologiche del pensiero filosofico nell’età medievale. Non sono richiesti prerequisiti specifici e competenze linguistiche; i testi latini di riferimento verranno forniti con tradizione italiana a fronte.

Programma: 

Il numero, il bello e la natura nel Medioevo

Il corso è suddiviso in due parti, integrate in ogni lezione: 1) parte istituzionale: introduzione agli autori e ai temi principali della filosofia medievale (secoli V-XIV); 2) parte monografica: lettura commentata dei più significativi testi che hanno segnato il pensiero medievale in riferimento al bello e al numero come proprietà dell’essere naturale, espressione dell’ordine dell’universo e manifestazione del divino.

Testi adottati: 

* Testi di esame

1) Michela Pereira, La filosofia nel Medioevo. Secoli VI-XV, Carocci, Roma 2008 (in alternativa: Pasquale Porro – Costantino Esposito, Filosofia antica e medievale, Laterza, Bari (solo la parte medievale).

2) Umberto Eco, Arte e bellezza nell’estetica medievale, Milano, Bompiani 1994

3) Edward Grant, Scienza e teologia nel medioevo, in Dio e natura. Saggi storici sul rapporto tra cristianesimo e scienza, a cura di D. Lindberg e R. Numbers, Firenze, La Nuova Italia 1994, pp. 39-71

4) Dispense e testi che verranno letti e commentati, e verranno resi disponibili a lezione.

 

I testi che verranno letti a lezione saranno distribuiti con debito anticipo. Gli studenti non frequentanti devono concordare con la docente le integrazioni bibliografiche fra i seguenti testi di riferimento e altri che verranno comunicati al termine del corso:

Altri testi di riferimento

- Alistar C. Crombie, Da S. Agostino a Galileo. Storia della Scienza dal V al XVII Secolo. Feltrinelli, Milano 1982

- Maria Teresa Beonio Brocchieri Fumagalli, L’estetica medievale, Bologna, Il Mulino 2002

- Edward Grant, La scienza nel Medioevo, Firenze, Il Mulino 1983

- Anneliese Maier, Scienza e filosofia nel Medioevo, Milano, Jaka Book 1983

- Maria Bettetini, La misura delle cose. Struttura e modelli dell’universo secondo Agostino d’Ippona, Milano, Rusconi, 1994

- Teodorico di Chartres, Giglielmo di Conches, Bernardo Silvestre, Il Divino e il megacosmo, a cura di Enzo Maccagnolo, Milano, Rusconi, 1980

- Etienne Gilson, La filosofia nel Medioevo, Firenze, La Nuova Italia 1983

- Giulio d’Onofrio, Storia del pensiero medievale, Città Nuova, Roma, 2011

Inglese
Prerequisites: 

None

Aims: 

The course introduces the students to a basic knowledge of the main themes and thinkers of Western medieval philosophy and to its methodological and technical language. There are no entrance requirements. The relevant Latin texts will be supplied in Italian translation.

Programme: 

Number, Beauty and Nature in the Middle Ages

The course is divided in two parts, equally integrated in each lesson: 1) institutional part: general introduction to the main authors and themes of medieval philosophy; 2) monographic part: commented readings of the most significant texts that marked the medieval thought in reference to beauty and number as real properties of physical beings and manifestations of the divine order of the universe.

Texts adopted: 

* Testi di esame

1) Michela Pereira, La filosofia nel Medioevo. Secoli VI-XV, Carocci, Roma 2008 (in alternativa: Pasquale Porro – Costantino Esposito, Filosofia antica e medievale, Laterza, Bari (solo la parte medievale).

2) Umberto Eco, Arte e bellezza nell’estetica medievale, Milano, Bompiani 1994

3) Edward Grant, Scienza e teologia nel medioevo, in Dio e natura. Saggi storici sul rapporto tra cristianesimo e scienza, a cura di D. Lindberg e R. Numbers, Firenze, La Nuova Italia 1994, pp. 39-71

4) Dispense e testi che verranno letti e commentati, e verranno resi disponibili a lezione.

 The texts to be read in class will be distributed in advance. Students not attending the course must contact the teacher for further required study books:

 

Altri testi di riferimento

- Alistar C. Crombie, Da S. Agostino a Galileo. Storia della Scienza dal V al XVII Secolo. Feltrinelli, Milano 1982

- Maria Teresa Beonio Brocchieri Fumagalli, L’estetica medievale, Bologna, Il Mulino 2002

- Edward Grant, La scienza nel Medioevo, Firenze, Il Mulino 1983

- Anneliese Maier, Scienza e filosofia nel Medioevo, Milano, Jaka Book 1983

- Maria Bettetini, La misura delle cose. Struttura e modelli dell’universo secondo Agostino d’Ippona, Milano, Rusconi, 1994

- Teodorico di Chartres, Giglielmo di Conches, Bernardo Silvestre, Il Divino e il megacosmo, a cura di Enzo Maccagnolo, Milano, Rusconi, 1980

- Etienne Gilson, La filosofia nel Medioevo, Firenze, La Nuova Italia 1983

- Giulio d’Onofrio, Storia del pensiero medievale, Città Nuova, Roma, 2011

Modalità di erogazione: 
Tradizionale
Frequenza: 
Obbligatoria
Valutazione: 
Prova orale
Docente: