Storia e Geografia linguistica dell'Europa - 2015-2016 - Laurea magistrale

Tu sei qui

Anno Accademico: 
2015-2016
Italiano
Prerequisiti: 

Almeno 6 CFU conseguiti nel SSD L-LIN/01 Glottologia e linguistica; conoscenza scolastica delle lingue inglese e latina

Obiettivi: 

Lo studente approfondirà singole questioni disciplinari gia affrontate nel triennio

Programma: 

MODULO A (I semestre)

LA POSIZIONE DELL’ALBANESE TRA LE LINGUE INDEUROPEE

Il modulo verterà sullo studio delle principali isoglosse che intercorrono tra l’albanese e le altre lingue indeuropee. Verranno affrontati inoltre il problema del rapporto tra l’albanese e le lingue antiche della Penisola Balcanica ed il ruolo svolto dall’albanese nella costruzione della lega linguistica balcanica.

MODULO B (II semestre)

 

ASPETTI E PROBLEMI DELLA LINGUA ETRUSCA

Il modulo verterà sull’inquadramento dell’etrusco dal punto di vista geolinguistico e tipologico. Saranno inoltre affrontate la lettura e l’interpretazione di alcune brevi iscrizioni.

 

 

Testi adottati: 

MODULO A

BIBLIOGRAFIA (tutto il materiale indicato è reperibile presso la Copisteria C.P. Copy, via di Tor Vergata 163/165/a)

STUDENTI FREQUENTANTI

Oltre agli appunti delle lezioni, gli studenti frequentanti sono tenuti allo studio di:

1. J. Gjinari, "De la continuation de l'illyrien en albanais", in Les Illyriens et la génèse des Albanais, Tirana 1971, pp. 173-181 (e discussione pp. 243-244 e 249-250)

2. E. Çabej, "L'illyrien et l'albanais: questions de principe", in Les Illyriens et la génèse des Albanais, Tirana 1971, pp. 41-52

3. C. Tagliavini, "La lingua albanese", in Studi Albanesi 5-6 (1935-36), pp. 5-33

4. R. Ismajli, "L'origine della lingua albanese: problemi e risultati", in Albanistica Novantasette (a c. di I. C. Fortino), Napoli 1997, pp. 145-163

5. V. Pisani, "L'albanais et les autres langues indo-européennes", in Annuaire de l'Institut de Philologie et d'Histoire Orientales et Slaves 10 (1950) , pp. 519-538 (rist. in V. Pisani, Saggi di linguistica storica, Torino 1959, pp. 96-114)

6. V. Pisani, "Les origines de la langue albanaise: questions de principes et de méthode", in Studia Albanica 1/1 (1964), pp. 61-68 (rist. in Studi di linguistica e filologia, a c. di G. Bolognesi e C. Santoro, vol. I: Spicilegium postremum , Galatina 1982, pp. 241-248)

7. Sh. Demiraj, "Il rapporto tra conservazione e innovazione nella lingua albanese", in Variazioni linguistiche in albanese, a c. di A. Landi, Napoli 2002, pp. 25-42

STUDENTI NON FREQUENTANTI

Gli studenti non frequentanti sono tenuti allo studio della bibliografia sopra indicata aggiungendovi:

G. B. Pellegrini, Avviamento alla linguistica albanese, Palermo 1995, pp. 1-92, 149-194, 245-252

MODULO B

BIBLIOGRAFIA:

M. Cristofani, Introduzione allo studio dell’etrusco, Firenze, Olschki, 1981 (o successive ristampe)

Inglese
Prerequisites: 

6 CFU SSD L-LIN/01 Glottologia e linguistica; school knowledge of English and Latin languages

Aims: 

To deal with in-depth studies in different fields of linguistics, especially geo-linguistics and historical-comparative linguistics

Programme: 

MODULO A (I semester)

THE LINGUISTIC POSITION OF ALBANIAN

The course will study the main isoglosses between Albanian and the other Indo-European languages, the links between Albanian ant the ancient languages of Balkan Paeninsula and the role of Albanian into the Balkan Sprachbund.

MODULO B (II semester)

ASPECTS AND PROBLEMS OF THE ETRUSCAN LANGUAGE

The course will study the Etruscan language both geolinguistically and typologically. Some small inscriptions will also be read and explained.

Texts adopted: 

MODULO A

BIBLIOGRAPHY (You can find the texts at Copisteria C.P. Copy, via di Tor Vergata 163/165/a)

1. J. Gjinari, "De la continuation de l'illyrien en albanais", in Les Illyriens et la génèse des Albanais, Tirana 1971, pp. 173-181 (e discussione pp. 243-244 e 249-250)

2. E. Çabej, "L'illyrien et l'albanais: questions de principe", in Les Illyriens et la génèse des Albanais, Tirana 1971, pp. 41-52

3. C. Tagliavini, "La lingua albanese", in Studi Albanesi 5-6 (1935-36), pp. 5-33

4. R. Ismajli, "L'origine della lingua albanese: problemi e risultati", in Albanistica Novantasette (a c. di I. C. Fortino), Napoli 1997, pp. 145-163

5. V. Pisani, "L'albanais et les autres langues indo-européennes", in Annuaire de l'Institut de Philologie et d'Histoire Orientales et Slaves 10 (1950) , pp. 519-538 (rist. in V. Pisani, Saggi di linguistica storica, Torino 1959, pp. 96-114)

6. V. Pisani, "Les origines de la langue albanaise: questions de principes et de méthode", in Studia Albanica 1/1 (1964), pp. 61-68 (rist. in Studi di linguistica e filologia, a c. di G. Bolognesi e C. Santoro, vol. I: Spicilegium postremum , Galatina 1982, pp. 241-248)

7. Sh. Demiraj, "Il rapporto tra conservazione e innovazione nella lingua albanese", in Variazioni linguistiche in albanese, a c. di A. Landi, Napoli 2002, pp. 25-42

MODULO B

BIBLIOGRAPHY:

M. Cristofani, Introduzione allo studio dell’etrusco, Firenze, Olschki, 1981 (o successive ristampe)

Further texts will be supplied during the lessons.

Modalità di erogazione: 
Tradizionale
Valutazione: 
Prova orale