Storia e tecniche del disegno di epoca moderna - 2016-2017 - Modulo unico - Corso di Laurea Magistrale in Storia dell'arte

Tu sei qui

Anno Accademico: 
2016-2017
Secondo semestre
Italiano
Prerequisiti: 

- conoscenza del contesto storico-artistico nel periodo compreso tra il XIV e il XVIII secolo;
- conoscenza del significato di stile, iconografia, iconologia; 
- saper osservare e descrivere in modo appropriato il testo visivo (analisi iconografica, tecnica e stilistica), usando una terminologia adeguata.

Obiettivi: 

Al termine del corso lo studente dovrà conoscere le teorie, le tecniche e gli artisti più rappresentativi nel settore del disegno in Italia dal XV al XVIII secolo e aver sviluppato le relative capacità critiche.
Nello specifico:
- conoscenza dell’attività artistica svoltasi in Italia in età moderna nel campo del disegno;
- conoscenza delle tecniche del disegno utilizzate in età moderna e delle fonti esaminate;
- padronanza dello specifico lessico disciplinare;
- saper mettere in relazione e a confronto più opere e artisti, evidenziandone le differenze e gli elementi di continuità o d’innovazione;
- conoscere in modo sufficientemente articolato le opere prese in esame, sapendole riconoscere e contestualizzare e sapendone effettuare un’analisi iconografica, tecnica e stilistica.
- sviluppare la capacità di organizzare ed elaborare criticamente gli argomenti trattati e di ricondurli a un quadro di sintesi;
- saper esporre in modo coerente e sintetico i contenuti appresi.

Programma: 

Il corso, strutturato per secoli e correnti artistiche, verterà su aspetti fondamentali per comprendere al meglio il ruolo del disegno negli sviluppi dell’arte italiana dal primo Rinascimento fino al Neoclassicismo: artisti di riferimento e analisi di loro opere; tecniche adoperate e loro evoluzione; commento di fonti e documenti.
Una parte introduttiva e panoramica sulla storia del disegno dal Medioevo al Neoclassicismo aprirà il corso. Parallelamente agli approfondimenti sulle tecniche, si prenderanno in esame i principali esponenti del disegno italiano e delle diverse scuole. Saranno esaminate tipologie e funzioni del disegno così come i concetti ad essi legati, anche in rapporto alle connesse attività del collezionismo e della connoisseurship.
Particolare attenzione sarà dedicata alla produzione grafica a Roma nell’arco del XVI secolo: da Michelangelo, Raffaello e la sua scuola, passando per Francesco Salviati e Perin del Vaga, fino agli Zuccari e al Cavalier d’Arpino.
Sopralluoghi didattici a collezioni di grafica o ad esposizioni in corso costituiscono parte integrante del corso.

Testi adottati: 

Gli appunti delle lezioni e i materiali forniti dal docente devono essere integrati dai seguenti testi:
- Il Disegno. Forme, tecniche, significati, testi di A. Petrioli Tofani, S. Prosperi Valenti Rodinò, G. Carlo Sciolla, Cinisello Balsamo, 1991;
- F. Negri Arnoldi, S. Prosperi Valenti Rodinò, Il disegno nella storia dell’arte italiana, Roma, Carocci Editore, 2003, pp. 15-174;
- J. Gere, Il Manierismo a Roma, Milano, G.E. Fabbri, 1970 (rist. 1983), serie I disegni dei Maestri, a cura di W. Vitzthum (fornito dal docente);
- Essendo basilare la conoscenza della Storia dell'arte moderna, si suggerisce l’affiancamento agli argomenti trattati di un manuale a scelta dello studente.

Inglese
Prerequisites: 

- basic knowledge of the art-historical context from the 14th to the 18th centuries;
- knowledge of the meaning of style, iconography, iconology;
- to be sufficiently able to observe and describe a work of art (iconographic, techinical and stylistic analysis), using the appropriate terminology.

Aims: 

At the end of this course the student will have to be familiar with the main theories, techniques and artists in the field of drawing in Italy from the 15th to the 18th centuries and he will have developed the related critical skills.
In particular:
- knowledge of the artistic activity in Italy in the modern age in the field of drawing;
- knowledge of the drawing techniques used in the modern age as well as of the related ancient sources;
- mastery of the discipline’s specific terminology;
- skill in relating and comparing several works of art and artists, highlighting their differences as well as the elements of continuity and innovation;
- well-structured knowledge of the examined works of art, being able to recognize and contextualize them as well as to carry out an iconographic, technical and stylistic analysis.
- ability to critically organize and develop the topics and to bring them back to an overall context;
- to be able to explain the learned contents in a coherent and concise manner.

Programme: 

The course, organised into centuries, schools and artistic tendencies, will be focused on topics that are essential to understand the role of drawing in the evolution of italian art, starting with the first Renaissance up to the Neoclassicism: main artists and their drawings; techniques and their developments; analysis of literary sources and documents.
The first part of the lessons is introductive and comprehensive of the history of drawing from Middle Ages to Neoclassicism. Beside to the analysis of techniques, the leading exponents of the italian drawghtsmanship and its main schools will be examined. Drawing’s typologies and features will be explained as well as the concepts related to them, also in relation to the connected activities of drawing collecting and connoisseurship.
Particular attention will be given to the graphic production in Rome during the 16th century, from Michelangelo, Raphael and his school, including Francesco Salviati and Perin del Vaga, until the Zuccari and Cavalier d'Arpino.
Visits to graphic collections and exhibitions are an essential part of the course.

Texts adopted: 

Lecture notes and other material provided by the professor must be integrated with the following texts:
- Il Disegno. Forme, tecniche, significati, testi di A. Petrioli Tofani, S. Prosperi Valenti Rodinò, G. Carlo Sciolla, Cinisello Balsamo, 1991;
- F. Negri Arnoldi, S. Prosperi Valenti Rodinò, Il disegno nella storia dell’arte italiana, Roma, Carocci Editore, 2003, pp. 15-174;
- J. Gere, Il Manierismo a Roma, Milano, G.E. Fabbri, 1970 (rist. 1983), serie I disegni dei Maestri, ed. by W. Vitzthum (provided by the professor);
- Knowledge of history of modern art is fundamental: the use of a textbook of your choice is strongly suggested.

Modalità di erogazione: 
Tradizionale
Frequenza: 
Facoltativa
Valutazione: 
Prova orale
Altre informazioni
Altre informazioni: 

Accanto a lezioni frontali e dialogate sono previste esercitazioni guidate nella lettura delle opere, attività seminariali e lettura critica di fonti e testi di approfondimento.
Per consentire agli studenti, attraverso un esame diretto delle opere disegnate e incise, un efficace apprendimento e un apprezzamento delle particolarità stilistiche di ogni artista e delle specificità di ciascuna tecnica, saranno concordati sopralluoghi didattici a collezioni di grafica e ad esposizioni in corso.
 
Inizio corso: 20 febbraio 2017                     
Orari e aule:   
Lun. 16/18 – Aula P22
Mart. 16/18 – Aula T31
Merc. 16/18 – Aula P10