Teoria e Analisi della musica - 2015-2016

Tu sei qui

Anno Accademico: 
2015-2016
Italiano
Prerequisiti: 

Conoscenza elementare della teoria e lettura musicale.

Obiettivi: 

Adeguata conoscenza delle più recenti teorie sulla forma classica.

Programma: 

Teoria e Analisi della musica LM Modulo unico: Introduzione alla forma musicale classica. Crediti assegnati: 6 Programma Trascurata da decenni, la teoria della forma (Formenlehre) è tornata negli ultimi anni ad occupare un posto centrale nelle discipline teoriche ed analitiche. Il corso costituisce un’introduzione alle principali correnti di pensiero contemporanee sulla forma musicale nel periodo classico – in particolare sulla teoria delle funzioni di William Caplin e sul suo confronto con la Sonata theory di James Hepokoski e Warren Darcy – senza trascurare aspetti di storia della teoria (A. B. Marx) e di morfologia musicale. Bibliografia Per tutti: William Caplin, Analyzing Classical Form: An Approach for the Classroom. New York: Oxford University Press, 2013 (in alternativa, dello stesso autore: Classical Form: A Theory of Formal Functions for the Instrumental Music of Haydn, Mozart, and Beethoven. New York, 2000). Studenti non frequentanti (in aggiunta al libro di Caplin): • David Gagné La forma secondo una prospettiva schenkeriana «Rivista di teoria e analisi musicale» 15/2 (2009) pp. 45-77 • James Hepokoski e Warren Darcy, The Medial Caesura and Its Role in the Eighteenth-Century Sonata Exposition. «Music Theory Spectrum» 19/2 (1997), pp. 115-154. ESAME L’esame consiste in un’analisi scritta di una composizione classica da concordare con il docente, e dalla discussione orale di detta analisi. Gli studenti non frequentanti dovranno anche rispondere a domande relative ai due saggi di Gagné e Jepokoski-Darcy.

Testi adottati: 

Bibliografia Per tutti: William Caplin, Analyzing Classical Form: An Approach for the Classroom. New York: Oxford University Press, 2013 (in alternativa, dello stesso autore: Classical Form: A Theory of Formal Functions for the Instrumental Music of Haydn, Mozart, and Beethoven. New York, 2000). Studenti non frequentanti (in aggiunta al libro di Caplin): • David Gagné La forma secondo una prospettiva schenkeriana «Rivista di teoria e analisi musicale» 15/2 (2009) pp. 45-77 • James Hepokoski e Warren Darcy, The Medial Caesura and Its Role in the Eighteenth-Century Sonata Exposition. «Music Theory Spectrum» 19/2 (1997), pp. 115-154.

Inglese
Prerequisites: 

Basic knowledge of music theory.

Aims: 

Up-to-date knowledge of the recent developments of classical Formenlehre.

Programme: 

Introduction to Classical Form. CFU: 6 The course will focus on the recent developments of Classical Formenlehre, and in particular on the theories of William Caplin and James Hepokoski - Warren Darcy.

Texts adopted: 

Bibliografia Per tutti: William Caplin, Analyzing Classical Form: An Approach for the Classroom. New York: Oxford University Press, 2013 (or, as an alternative: Classical Form: A Theory of Formal Functions for the Instrumental Music of Haydn, Mozart, and Beethoven. New York, 2000). Further readings: • David Gagné La forma secondo una prospettiva schenkeriana «Rivista di teoria e analisi musicale» 15/2 (2009) pp. 45-77 • James Hepokoski e Warren Darcy, The Medial Caesura and Its Role in the Eighteenth-Century Sonata Exposition. «Music Theory Spectrum» 19/2 (1997), pp. 115-154.

Modalità di erogazione: 
Tradizionale
Valutazione: 
Prova orale
Valutazione in itinere
Prova pratica
Allegati: 
AllegatoDimensione
Teoria e Analisi della musica LM.pdf52.57 KB